26 Lug 2020

7DAYS EuroCup, le avversarie della Germani: Maccabi Rishon LeZion

Forte di un’esperienza radicata sul territorio lunga 44 anni, il Maccabi Rishon LeZion scalda i motori per la sua seconda partecipazione alla 7DAYS EuroCup. Il debutto dello scorso anno non ha fruttato per il club un esito estremamente brillante in termini di risultati (due vittorie e otto sconfitte in regular season), eppure ha messo in luce una squadra all’altezza degli standard della competizione che, anche per la prossima stagione, saranno altrettanto elevati.

Del resto, la realtà del Maccabi Rishon LeZion ha conosciuto da vicino il sapore del successo: nell’annata 2015-2016, a seguito di una stagione regolare terminata al sesto posto in classifica, la squadra aveva conquistato per la prima volta nella propria storia il titolo di campione d’Israele, oltre a collezionare, negli anni, diverse partecipazioni e ottimi risultati anche nelle coppe di Lega (vittoria nel 2018-2019) e nelle coppe di Israele, arrivando fino alle semifinali, oltre ad aver disputato, in totale, tre finali e nove semifinali playoff. Negli ultimi cinque anni, dunque, i risultati sono tangibili e testimoniano una crescita, costante e organizzata, tanto degli obiettivi quanto dei traguardi ottenuti.

La storia della società prende il via nel 1976, ma si dovrà attendere dodici anni per l’approdo nella massima serie. Una volta agganciate le vette della pallacanestro nazionale, il Maccabi ha saputo costruire una solida struttura attiva su più livelli, compreso lo sviluppatissimo settore giovanile, che vanta un totale di 27 squadre e 1.300 giocatori, costituendosi come uno dei più grandi dipartimenti giovanili dell’intero Israele.

E proprio sulla freschezza sono indirizzate le principali scelte di roster del club, che fonda la forza della prima squadra su un gruppo di giovani giocatori scelti tra i più talentuosi del Paese. Al timone della brigata c’è coach Guy Goodes, capo allenatore della compagine israeliana a partire dalla stagione 2018-2019, volto già noto in Italia per aver vestito la maglia della Juve Caserta nel 1997-1998 e quella dei Roseto Sharks durante l’annata 2000-2001.

Sotto la sua ala, oltre allo storico esordio in EuroCup, nella stagione in corso la squadra ha raggiunto le semifinali di Coppa di Israele, ha terminato la regular season al terzo posto in classifica e ha da poco raggiunto la Final Four nei playoff scudetto, superando in due partite il Maccabi Haifa, nonostante la perdita in corso d’opera di James Kelly, 26enne centro statunitense, capace di collezionare una media di 19.5 punti e 11 rimbalzi a partita.

Il Maccabi Rishon LeZion, dunque, è una realtà in crescita, che punta sulla volontà di migliorare il trend europeo dello scorso anno, oltre che confermarsi tra le squadre di prima fascia nello scenario nazionale. Ma che tipo di squadra sarà, quella allenata da Goodes? Difficile dirlo, visto che il club è ancora impegnato nella lotta per il titolo d’Israele.

Due le certezze in vista del futuro: la conferma di Darryl Monroe (10.8 punti di media a gara nel campionato israeliano per l’ex Verona), che nell’estate del 2019 ha firmato un contratto biennale, e la partenza di Alex Hamilton (16.1 punti di media a partita), che al termine del campionato si sposterà a Istanbul, sponda Galatasaray, con cui ha firmato un contratto di una stagione, con opzione per la successiva. Da capire, invece, quale sarà il futuro di D’Angelo Harrison (17.5 punti di media), arrivato a Rishon LeZion a febbraio.


GARA D’ANDATA
MERCOLEDÌ 14 OTTOBRE 2020 | ORE 18.30
@ MACCABI SPORTS HALL DI RISHON LEZION


GARA DI RITORNO
MERCOLEDÌ 18 NOVEMBRE 2020 | ORE 20.30
@ PALALEONESSA A2A DI BRESCIA


ULTIMO AGGIORNAMENTO | DOMENICA 26 LUGLIO 2020

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive