18 Lug 2020

7DAYS EuroCup, le avversarie della Germani: KK Budućnost VOLI

C’è una lunga sfilza di trofei nella bacheca affissa nella sede del Košarkaški Klub Budućnost, punta di diamante del basket montenegrino.  La squadra di Podgorica, prima avversaria della Germani Brescia nel girone di qualificazione della nuova EuroCup, ha una lunga tradizione, essendo stata fondata nel lontano 1949, anche se si è affacciata nel basket che conta solamente all’inizio degli anni ’80, con il debutto nel massimo campionato jugoslavo, la YUBA Liga.

In una zona in cui la pallacanestro è una sorta di religione di stato, il Budućnost non poteva che catalizzare l’attenzione di un pubblico caldo e attento, spinta di una squadra che negli ultimi anni ha scalato posizioni importanti nel panorama del basket slavo.

La vittoria della Liga Adriatica nel 2018 rappresenta forse il punto più alto della parabola compiuta dal club montenegrino, che con quel successo (3-1 alla Stella Rossa Belgrado in finale) conquistò il diritto di partecipare all’edizione successiva dell’EuroLega, la vetrina più importante a livello continentale.

L’esperienza compiuta in EuroLeague dal Budućnost non è stata delle più indimenticabili, nonostante la presenza di giocatori importanti come Edwin Jackson, Coty Clarke ed Earl Clark, l’arrivo in corso d’opera di Norris Cole e Goga Bitadze e il cambio di panchina avvenuto a dicembre, con il benservito a Aleksandar Džikić e l’arrivo di Jasmin Repesa.

Con un bottino di 6 vittorie e 24 sconfitte, il Budućnost chiuse l’esperienza in EuroLeague al 15/mo posto, non riuscendo peraltro a bissare la vittoria in Lega Adriatica dell’anno precedente, sconfitta in finale 3-2 dalla Stella Rossa, capace di prendersi la rivincita rispetto all’anno precedente.

Il Budućnost VOLI inizia la nuova stagione con la voglia di raggiungere grandi traguardi. Ad annunciarlo non è solo Marko Segerec, Deputy CEO della squadra (“Dopo aver mancato le Top 16, abbiamo l’obbligo di fare più strada possibile in EuroCup, consapevoli che potrebbe aprirci nuovamente le porte dell’EuroLeague”), ma anche Petar Mijovic, confemato coach della squadra montenegrina: “Dobbiamo essere ottimisti e credere che, nel momento in cui termineremo di assemblare il nostro gruppo, saremo competitivi e pronti per superare la prima fase, che per noi diventa un imperativo dopo il fallimento della scorsa stagione”.

Ottimismo e consapevolezza, dunque, regnano sovrani dalle parti di Podgorica: del resto, il Budućnost partecipa all’EuroCup per la settima volta nella propria storia, potendo vantare anche il raggiungimento dei quarti di finale in ben tre circostanze (2012, 2013 e 2018).

I 12 successi negli ultimi 13 anni nel campionato montenegrino, traguardo fallito solo nel 2018 per mano del Mornar Bar, e le 13 coppe del Montenegro messe in bacheca dal 2007 a oggi testimoniano quanto il Budućnost sia competitivo e quanto i 6.000 spettatori del Morača Sports Center si attendano molto dalla squadra, la cui costruzione è ancora in corso d’opera.

Perso un fine realizzatore come Scott Bamforth, coach Mijovic potrà contare nuovamente sulle prestazioni di Justin Cobbs (15.4 punti di media in EuroCup nella scorsa stagione). Il Budućnost, inoltre, ha confermato due pedine importanti come Nikola Ivanovic e Aleksa Ilic e perfezionato l’acquisto dall’Unicaja Malaga di Melvin Ejim, campione d’Italia con Venezia nel 2016, quello di Rashad Vaughn, che aveva disputato l’ultima Lega Adriatica con la maglia della squadra bosniaca del K.K. Igokea, e, proprio nelle ultime ore, quello di Dragan Apic, che nell’ultima stagione si era diviso tra Lokomotiv Kuban e San Pablo Burgos.


GARA D’ANDATA
MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2020 | ORE 19.00
@ MORACA SPORTS CENTER DI PODGORICA


GARA DI RITORNO
MARTEDÌ 3 NOVEMBRE 2020 | ORE 20.30
@ PALALEONESSA A2A DI BRESCIA


ULTIMO AGGIORNAMENTO | SABATO 18 LUGLIO 2020

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive