7 Mar 2020

The show must go on: il campionato di Brescia riparte con la Fortitudo

Anche il campionato di basket si adatta ai tempi del Coronavirus e si appresta a far giocare le sue prime partite rigorosamente a porte chiuse. Un provvedimento necessario, che di fatto svuota gli eventi dei contenuti più importanti, quelli destinati ad accendere le sfide sul parquet e a stimolare la partecipazione dei tifosi.

The show must go on. Nel primo atto di questo nuovo show, che almeno fino al 3 aprile andrà in scena praticamente dietro il sipario, la Germani Basket Brescia sfiderà la Fortitudo Bologna, ovvero la squadra che tre settimane fa è stata capace di spegnere i suoi sogni di gloria nella Final Eight di Pesaro.

Mai come in questa circostanza il pubblico avrebbe voluto essere presente, visto che la voglia di rivincita rispetto a quanto accaduto in Coppa Italia è solo uno dei temi che rendono la sfida alla Pompea uno degli appuntamenti più significativi della stagione. Non però nell’epoca del contrasto al COVID-19, capace di porre la gara del PalaLeonessa A2A, al pari di tutte le altre, in un’ottica completamente diversa dal solito.

LE INFO SULLA PARTITA

Germani Basket Brescia Fortitudo Pompea Bologna si gioca al PalaLeonessa A2A (Via Caprera, 5 | Brescia) domenica 8 marzo alle ore 19.00. In ottemperanza ai provvedimenti delle autorità competenti e alle indicazioni ricevute dalla Federazione Italiana Pallacanestro, la partita si svolgerà a porte chiuse.

QUI BRESCIA

La sconfitta casalinga con la Reyer Venezia ha posto fine al cammino europeo della Germani, che d’ora in avanti potrà concentrarsi esclusivamente sul campionato, che si appresta a celebrare l’ultimo terzo di stagione.

Brescia inizia da un’ottima posizione la volata che porterà alla definizione della griglia dei playoff. Guai, però, ad adagiarsi sugli allori, perché tutte le squadre che lottano per un posto al sole sono più agguerrite che mai e pronte a dare il meglio di sé negli ultimi cinquanta giorni della regular season.

La Leonessa riparte dalla vittoria ottenuta a fil di sirena con Trieste prima della Final Eight di Coppa Italia e della lunghissima pausa del campionato, con tutte le novità che ha portato. Tra queste, la più significativa riguarda proprio l’obbligo di giocare a porte chiuse, ovvero senza poter contare sull’apporto del proprio pubblico.

La Germani ha già sperimentato questa modalità nella sfida di EuroCup di martedì scorso, toccando con mano quanto sia difficile, a tratti irreale, giocare in un palasport pressoché deserto. Proprio come accaduto con la Reyer, però, anche con la Fortitudo sarà necessario fare buon viso a cattivo gioco, cercando di prendere il meglio che può dare un appuntamento del genere, disputato a queste condizioni.

QUI FORTITUDO BOLOGNA

Quello del PalaLeonessa A2A sarà il terzo atto della sfida tra la Germani e la Fortitudo Bologna. Dopo la gara d’andata, che il quintetto di Esposito era stato capace di vincere al PalaDozza, la Pompea si era presa la rivincita con gli interessi, estromettendo Brescia dalla Final Eight disputata a Pesaro.

Arrivata a fari spenti, senza i favori del pronostico e con pochissima pressione addosso, Bologna aveva fatto lo sgambetto a una Germani arrivata in riva all’Adriatico con poche energie, fisiche e mentali.

In campionato, la Fortitudo è impegnata nella lotta per la conquista di un posto nella griglia playoff, proprio come la Germani. La squadra guidata da Antimo Martino occupa attualmente l’ottavo posto in classifica e per riuscire a raggiungere il proprio obiettivo dovrà invertire la tendenza lontano dall’Emilia: nelle 10 partite disputate lontano da casa, infatti, il quintetto felsineo ha conquistato due sole vittorie, tornando a casa senza punti in ben 8 circostanze.

C’è una grossa novità nel roster che Brescia affronterà domenica prossima: la stagione di Kassius Robertson, che era il secondo miglior marcatore della squadra dopo Pietro Aradori, si è chiusa anzitempo per colpa di un infortunio. Al suo posto la dirigenza emiliana ha acquistato Jerome Dyson, che fino a oggi in campionato ha viaggiato a 13 punti di media a partita, maturati nell’esperienza trascorsa con la Virtus Roma.

Dyson (classe 1987) è un giocatore esperto, che va a sommarsi agli altrettanti smaliziati Pietro Aradori (1988), Maarten Leunen (1985), Rok Stipcevic (1986), Daniele Cinciarini e Stefano Mancinelli, entrambi del 1983. Sono loro a comporre l’asse portante del roster dei biancoblu, completato da un playmaker in rampa di lancio come Matteo Fantinelli, decisivo nella partita di Coppa Italia, ed Ed Daniel, che completa la rosa della Effe assieme al giovane Nicolò Dellosto.

EX DELLA GARA E CURIOSITÀ

L’unico ex di giornata è Vincenzo Esposito, attuale coach della Leonessa. Nel corso della sua carriera da giocatore, infatti, Esposito vestì la maglia della Fortitudo tra il 1993 e il 1995, immediatamente prima dell’esperienza compiuta in NBA a Toronto. Le cifre raggiunte dal casertano furono davvero incredibili: 66 partite disputate, 24.4 di media a partita.

Se a Luca Vitali, già secondo nella classifica di tutti i tempi alle spalle di Gianmarco Pozzecco, manca un solo piccolo passo per raggiungere quota 1.500 assist in Serie A, Andrea Zerini si appresta a tagliare un importante traguardo nella propria carriera: il lungo toscano, infatti, celebrerà la presenza in Serie A numero 250, dopo aver maturato 128 presenze con la maglia di Brindisi, 72 con quella di Avellino e 49 con la casacca della Leonessa.

LE GARE PRECEDENTI

Brescia e Fortitudo Bologna sono riuscite a conquistare una vittoria a testa nelle due sfide ufficiali disputate in questa stagione. Se la Leonessa era stata brava a espugnare il campo della Effe nella gara d’andata (88-74, 18 punti di Lansdowne e 15 di Laquintana), altrettanto brava era stata la Pompea a sorprendere la Germani nella gara dei quarti di finale, terminata con il punteggio di 76-73.

Nel giorno di San Valentino, la squadra di Martino seppe approfittare di una serata decisamente appannata dei giocatori bresciani, incapaci di conquistare un vantaggio consistente nei primi tre quarti del match e di contrastare nell’ultimo periodo l’accelerazione dei felsinei che, guidati da Sims (17 punti) e Aradori (16), furono capaci di conquistare il pass per le semifinali di Coppa Italia.

LE PAROLE DELLA VIGILIA

“La partita arriva in un momento nel quale è necessario mantenere la concentrazione senza farsi distrarre dalla situazioni in cui vige il Paese, anche se questo è molto difficile – afferma Vincenzo Esposito, coach della Germani -. La Fortitudo Bologna è una neopromossa che sta facendo molto bene: una squadra composta di veterani, con molto talento offensivo, che ha già dimostrato in campionato di poter vincere o mettere in difficoltà chiunque. Da parte nostra servirà una prova solida, prima di tutto in difesa, mentre in attacco dovremo fare delle letture lucide e immediate per provare a mettere in difficoltà le loro scelte difensive”.

“Premettendo che non sarà facile riuscire a focalizzare l’attenzione solo sull’aspetto sportivo, per noi è importante tornare in campo a 23 giorni di distanza dall’ultima volta – il pensiero di Antimo Martino, coach della Pompea -. Brescia è una squadra che conosciamo bene, così come loro conoscono bene noi. L’impegno che ci attende è durissimo, ma abbiamo dimostrato di poter essere competitivi e di tener testa al loro collettivo. La partita a porte chiuse sarà qualcosa di anomalo e inedito per tutti. Pur consapevoli che giocare a spalti deserti non potrà essere la stessa cosa, da parte nostra daremo sempre il massimo per cercare di ottenere sul campo il miglior risultato possibile”.

GLI ARBITRI

La partita tra Germani Basket Brescia e Fortitudo Pompea Bologna sarà diretta da Denny Borgioni di Roma, Mark Bartoli di Trieste e Marco Vita di Ancona.

LE INIZIATIVE

LEONESSA DJ | La disputa della partita a porte chiuse non condiziona la scelta di trasmettere durante il riscaldamento delle squadre e nel corso della partita dei brani scelti direttamente dai giocatori della Leonessa. Per la sfida con la Fortitudo Bologna, la playlist sarà scelta da Tommaso Guariglia.

Questi i brani scelti per l’occasione dal giovane centro biancoblu: Hot (Remix) (Young Thug feat Gunna & Travis Scott), Portland (Drake), Sport (Marracash), Follow God (Kanye West), Congratulations (Post Malone feat Quavo) e Sicko Mode (Travis Scott feat Drake).

TV E MEDIA

La sfida del PalaLeonessa A2A sarà visibile in diretta TV su Eurosport 2, disponibile sulla piattaforma Sky (canale 211), su Mediaset Premium (canale 342) e su DAZN. La partita sarà trasmessa anche in streaming su Eurosport Player. Come di consueto, la diretta testuale del match sarà disponibile sul sito ufficiale di Basket Brescia Leonessa.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive