17 Feb 2020

Germani, ultimi giorni di pausa prima di una cavalcata senza soste

La prima domenica della stagione senza impegni ufficiali è alle porte e la Germani Basket Brescia, dopo aver terminato anzitempo la propria avventura alla Final Eight di Coppa Italia, ne sta approfittando per ricaricare le pile in vista dell’ultima, intensa parte della stagione.

Dal 1° marzo, giorno in cui tornerà in campo in occasione della 23/ma giornata di campionato, la squadra è attesa da un altro tour de force, proseguendo sulla scia di quegli impegni ravvicinati che da ottobre a oggi hanno scandito inesorabilmente il proprio cammino.

Da quel giorno, in cui si esibirà sul campo della capolista Virtus Segafredo Bologna, la Germani è attesa dalle ultime 11 giornate di campionato e dall’ultimo impegno nelle Top 16 di EuroCup, che è in programma appena 48 ore dopo l’affascinante sfida del PalaDozza. Il tutto al netto di un’eventuale qualificazione ai quarti di finale, che renderebbe il calendario ancora più fitto, oltre che decisamente più interessante.

L’esito della gara con la Reyer Venezia, fresca vincitrice della Coppa Italia, determinerà il futuro europeo della Leonessa, che ha l’obbligo di battere i campioni d’Italia con uno scarto di almeno 8 punti e sperare che si verifichi un risultato favorevole a Oldenburg, dove la squadra di casa affronterà il Promitheas Patrasso.

Che il raggruppamento in cui è inserita la Germani fosse composto da squadre dal grande potenziale era risaputo. Il weekend appena trascorso, però, ha dato un’ulteriore conferma del valore delle avversarie europee di Brescia: mentre Venezia alzava al cielo di Pesaro la prima Coppa Italia della propria storia, l’EWE Baskets Oldenburg, dopo aver superato Bonn ai quarti di finale e Ulm in semifinale, perdeva la finale di Coppa di Germania per mano dell’Alba Berlino, mentre il Promitheas, dopo aver superato il Peristeri in semifinale, veniva sconfitta nell’atto finale dall’AEK Atene.

Se la Germani dovesse compiere l’impresa di qualificarsi ai quarti di finale di EuroCup, affronterebbe una tra Unicaja Malaga o Tofas Bursa nel periodo compreso tra il 17 e il 25 marzo, durante il quale sarebbero giocate le gare di andata, di ritorno e l’eventuale bella della serie.

Vincenzo Esposito

Qualora l’avventura europea si fermasse al termine delle Top 16, il calendario del campionato resterebbe comunque fittissimo di impegni: dopo la trasferta a Bologna, la Leonessa cercherà la rivincita nei confronti della Fortitudo l’8 marzo (ore 18.30 al PalaLeonessa A2A), poi andrebbe a Varese in occasione del turno infrasettimanale di campionato (11 marzo) per poi tornare a esibirsi di fronte al proprio pubblico contro la De’ Longhi Treviso (15 marzo).

Dalla gara con la Fortitudo in poi, tutte le date delle gare di campionato devono essere ancora confermate dalla Lega Basket e, in virtù di anticipi e posticipi televisivi, potrebbero essere soggette a cambiamento.

Il 22 marzo sarà tempo di tornare alla Vitrifrigo Arena, questa volta per affrontare i padroni di casa della Carpegna Prosciutto, poi a fine mese scoccherà l’ora del big match con il Banco di Sardegna Sassari, da disputare al PalaLeonessa A2A.

Il mese di aprile si aprirà con la trasferta a Pistoia (5 aprile) e proseguirà ospitando la Virtus Roma (il 13 aprile, giorno di Pasquetta), perché l’11 aprile, giorno della vigilia di Pasqua, la Germani osserverà il proprio turno di riposo. Infine, la volatona finale verso il termine della regular season, con le sfide a Cremona (17 aprile), Cantù (in casa il 19 aprile) e Venezia.

Gli eventuali quarti di finale dei playoff inizieranno giovedì 7 maggio e si disputeranno al meglio delle cinque gare. Ma questa, calendario alla mano, è tutta un’altra storia…

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive