8 Feb 2020

Un tabù da sfatare e la voglia di tornare a sorridere: Brescia affronta l’ostacolo Trieste

Per interrompere la striscia di sconfitte consecutive la Germani dovrà cercare di fare quello che nelle ultime due stagioni non le è ancora riuscito: battere Trieste. Da quando è tornata in Serie A, infatti, gli incroci con la Leonessa hanno portato gioie solamente alla squadra giuliana, capace di vincere due volte di fronte al proprio pubblico e di espugnare il PalaLeonessa nella gara disputata praticamente un anno fa.

Se la Pallacanestro Trieste che si era esibita nell’impianto di via Caprera un anno fa era una squadra lanciatissima verso il traguardo dei playoff, conquistati alla fine della regular season in virtù del settimo posto finale, quella di quest’anno fa sicuramente più fatica e sta cercando di risalire la china dopo un inizio difficile e conquistare la salvezza, obiettivo doveroso per una piazza importante come quella triestina.

La voglia della Germani di tornare al successo e riprendere la strada lasciata da un paio di settimane dovrà dunque fare i conti con una squadra profondamente rinnovata in sede di mercato e che lotterà necessariamente con il coltello tra i denti, come si addice a tutte le formazioni che lottano per mantenere la categoria.

LE INFO SULLA PARTITA

Germani Basket Brescia-Allianz Pallacanestro Trieste si gioca al PalaLeonessa A2A (Via Caprera, 5 | Brescia) domenica 9 febbraio alle ore 19.00.

LE INFO SUI BIGLIETTI

I biglietti sono acquistabili on line direttamente dalla home page del sito di Basket Brescia Leonessa (QUI il link diretto) e ai botteghini del palasport, che apriranno alle ore 17.30, in concomitanza con l’apertura dei cancelli dell’impianto.

QUI BRESCIA

La sconfitta casalinga con Brindisi e i tre stop consecutivi maturati lontano da casa – tra viaggi interminabili e sfide contro squadre di grande talento e dalle forti motivazioni – hanno impedito a Brescia di proseguire sul solco tracciato a cavallo dei mesi di dicembre e gennaio, quando la squadra di Esposito ha collezionato una lunghissima striscia di successi.

Condizioni fisiche precarie (Moss è stato costretto a saltare le partite di Oldenburg e Trento, Vitali non ha giocato contro Trento e Patrasso, Cain è sceso in campo in Grecia con la febbre e Lansdowne ha accusato un problema alla caviglia proprio durante il match con il Promitheas) hanno accompagnato gli ultimi giorni della Leonessa, consapevole che riuscire a dare il meglio di sé è certamente più semplice quando tutte le pedine possono esibirsi al meglio.

Anche l’inserimento di Travis Trice, in Italia da tre settimane, è stato rallentato dal fatto che il roster bresciano nelle ultime settimane non è praticamente mai stato al completo e, soprattutto, si è potuto allenare pochissimo, proprio per via dei lunghi e dispendiosi viaggi compiuti negli ultimi giorni.

Al di là di statistiche, classifica e paragoni più o meno propri con il passato, con Trieste servirà una Germani con la faccia giusta: un successo ottenuto di fronte al proprio pubblico, infatti, sarebbe il miglior carburante per ripartire di slancio e affrontare con l’umore giusto il prossimo impegno proposto dal calendario, la Final Eight di Coppa Italia.

QUI TRIESTE

Evitare la retrocessione e mantenere il posto nel massimo campionato è un obiettivo fondamentale per la nuova Pallacanestro Trieste, quella che ha abbinato il proprio marchio a uno sponsor importante come Allianz. Sponsor prestigioso, impianto capiente, tifosi caldi e coinvolgenti e grande cultura cestistica: nella città giuliana ci sono tutti gli ingredienti per un futuro radioso. Riuscire a raggiungerlo, però, passa proprio dal traguardo della salvezza, che la squadra guidata da Dalmasson sta cercando di ottenere con tutte le proprie forze.

Anche la società è intervenuta in sede di mercato, compiendo un profondo maquillage al roster costruito la scorsa estate: dentro Riccardo Cervi, Deron Washington e Ricky Hickman, fuori Jon Elmore, che nel frattempo si è accasato a Capo d’Orlando, e Artur Strautins, che ora gioca a Udine.

Il gruppo biancorosso è formato da molti giocatori che lo scorso anno facevano parte del progetto sportivo che si era riaffacciato in Serie A dopo tanti anni di assenza. L’ex play della Leonessa Juan Manuel Fernandez, Daniele Cavaliero, Hrvoje Peric, Giga Janelidze, Matteo Da Ros e Andrea Coronica rappresentano l’ossatura fondamentale del gruppo biancorosso, che ha trovato grande sostanza dall’arrivo di DeQuan Jones, il giocatore più prolifico della rosa giuliana.

Se Akil Mitchell sta avendo un rendimento decisamente positivo, è certamente inferiore alle attese l’impatto avuto nel nostro campionato da Kodi Justice e Derek Cooke, la cui presenza a Brescia appare in forte dubbio. Washington e Hickman, in ogni caso, sono stati chiamati a portare il proprio apporto alla causa anche per questo.

EX DELLA GARA E CURIOSITÀ

Nella stagione 2016-2017, Juan Manuel Fernandez e Alessandro Cittadini facevano parte del roster della Leonessa che conquistò la promozione in Serie A. Entrambi ora operano nelle fila della Pallacanestro Trieste: mentre Fernandez (121 presenze e 1190 punti con la maglia dell’allora Centrale del Latte) continua a farlo in campo, l’ex capitano biancoblu (92 presenze e 896 punti a Brescia) ha dismesso i panni del giocatore e ora fa parte dello staff tecnico della formazione giuliana.

Eugenio Dalmasson, coach dell’Allianz, vanta una militanza decisamente lunga nelle squadre della provincia di Brescia. L’allenatore originario di Mestre, infatti, ha allenato a Montichiari dal 1991 al 1993 e a Lumezzane dal 2001 al 2006.

Sono 1.492 gli assist serviti in Serie A da Luca Vitali fino a oggi. Se il playmaker della Germani dovesse riuscire a servire 8 assistenze ai propri compagni, diventerebbe il secondo giocatore a raggiungere il traguardo dei 1.500 assist nel massimo campionato dopo Gianmarco Pozzecco, che guida la speciale classifica all-time a quota 1.772.

Da quando Trieste è tornata in Serie A, la squadra biancorossa ha ottenuto solo vittorie contro la Germani. 90-86 all’Allianz Dome nella terza giornata del girone d’andata della scorsa stagione, 85-77 nella gara di ritorno disputata al PalaLeonessa e 76-74 nella sfida disputata quest’anno in occasione della quinta giornata del girone d’andata.

LA GARA D’ANDATA

Un tiro scoccato da Brian Sacchetti nei secondi conclusivi della partita e respinto dal ferro dell’Allianz Dome impedì alla Germani Basket Brescia di completare una rimonta durata tutta la partita ed espugnare il campo della formazione giuliana, capace di spuntarla con il punteggio di 76-74.

Una gara complicata, quella della Leonessa, al cospetto di una formazione che la settimana precedente aveva trovato il primo successo stagionale a Sassari e aveva affrontato la partita con i biancoblu sulle ali dell’entusiasmo e con una buona dose di emozione dovuta al sentito ricordo della piccola Sveva.

Il mattatore della gara fu Jones (22 punti e una prova condita da tre schiacciate), ma anche il contributo di Fernandez (15 punti e tre triple a segno) fu notevole. Tre, invece, i giocatori della Germani in doppia cifra: Lansdowne con 16 punti, Vitali con 12 e Horton con 10.

LE PAROLE DELLA VIGILIA

“Affrontiamo una squadra rinnovata in termini di esperienza e lunghezza di roster, che è recentemente passata al 6+6 e ha aggiunto alle proprie rotazioni Riccardo Cervi – le parole di coach Vincenzo Esposito -. In campionato, arriviamo da due sconfitte di misura in campionato contro squadre di ottimo livello, risultati che comunque non hanno minato la serenità e la fiducia del gruppo e non hanno cambiato nulla in termini di classifica, ancora nettamente al di sopra dei nostri obiettivi stagionali. In questo momento, ci manca un po’ di salute ma è normale per un roster come il nostro, che ha fatto due mesi clamorosi a livello di risultati in entrambe le competizioni”.

“Quella di domenica sarà una partita dura, perché il roster attuale di Trieste non corrisponde alla loro posizione attuale di classifica – conclude il coach della Germani -. Giocare contro squadre che disputano una gara a settimana e che lottano per abbandonare le zone basse della classifica richiederà uno sforzo importante a livello di concentrazione, ancor prima che fisico. Speriamo di recuperare Vitali, assente nelle ultime due gare, e di avere in condizioni fisiche migliori Cain, Moss e Lansdowne, alle prese con problemi fisici che ne stanno limitando l’impiego”.

“La Germani è molto solida, concede poco agli avversari, ha la capacità di non mollare mai e ha tante armi a disposizione – il pensiero di Eugenio Dalmasson, coach dell’Allianz -. Ha perso le ultime partite, ma le mancava di un giocatore d’impatto come Vitali. Nelle sette gare perse in questo campionato, inoltre, non ha mai accusato più di 10 punti di scarto. Dovremo disputare un incontro di grande attenzione e pazienza: guai a perdere troppi palloni, sarebbe un errore fatale, e ad affrettare le soluzioni. Serviranno lucidità e pazienza per costruirci buoni tiri: contro Brescia non si può improvvisare”. 

GLI ARBITRI

La partita tra Germani Basket Brescia e Allianz Pallacanestro Trieste sarà diretta da Beniamino Manuel Attard di Priolo Gargallo (SR), Alessandro Perciavalle di Torino e Martino Galasso di Siena.

LE INIZIATIVE

Anche la gara della quinta giornata del girone di ritorno sarà l’occasione per promuovere diverse attività, programmate prima e durante la partita del PalaLeonessa A2A.

OMAGGIO A KOBE BRYANT | La partita con Trieste rappresenta la prima occasione per celebrare a Brescia la figura del giocatore statunitense, scomparso lo scorso 26 gennaio. Dopo la consueta presentazione delle squadre, che in quel momento indosseranno uno speciale sopramaglia, e l’esecuzione dell’inno di Mameli, le due squadre ultimeranno il riscaldamento mentre sui maxischermi del palasport sarà proiettato un video emozionale che ricorda l’ex stella dei Los Angeles Lakers.

Ai tifosi presenti sulle tribune del PalaLeonessa A2A sarà dato uno speciale clap banner, colorato di giallo e di viola. Durante la proiezione del video sui maxischermi sarà chiesto a tutti i presenti di alzare il cartoncino e creare un’atmosfera adeguata al toccante momento del ricordo.

BBL YOUTH GENERATION PROGRAM | Procede senza soste il progetto della Leonessa realizzato con l’obiettivo di coinvolgere le società di pallacanestro della provincia bresciana. In occasione della gara con Trieste saranno ospiti al PalaLeonessa A2A atleti e dirigenti di Red Blue Basket Vallesabbia.

BBL SCHOOL PROGRAM | Nuovo appuntamento anche del progetto destinato a coinvolgere le scuole del territorio di Brescia e della sua provincia. Al PalaLeonessa A2A saranno ospitati gli alunni dell’Istituto Istruzione Superiore Carlo Beretta di Gardone Val Trompia (BS).

LA FAN ZONE DI BASKET BRESCIA LEONESSA | Tommaso Guariglia e Angelo Warner saranno presenti nella Fan Zone di Basket Brescia Leonessa al termine della partita. I due giocatori saranno a disposizione dei tifosi della Germani per scattare foto e firmare autografi.

LEONESSA DJ | Come sempre, la musica che sarà trasmessa durante il riscaldamento delle squadre e nel corso delle partite di campionato viene scelta e proposta direttamente dai giocatori della Leonessa. Questa settimana è il turno di Tommaso Laquintana.

Questi i brani scelti per l’occasione dal playmaker biancoblu: Falling (Trevor Daniel), Sweetest Girl (Dollar Bill) (Wyclef Jean feat Akon, Lil Wayne, Niia), I’m so paid (Akon feat Lil Wayne, Young Jeezy), Love me more (Trippie Redd), Immortal (Trippie Redd feat The Game) e Mockingbird (Eminem).

TV E MEDIA

La sfida del PalaLeonessa A2A sarà visibile in streaming su Eurosport Player. Come sempre, la diretta testuale del match sarà disponibile sul sito ufficiale di Basket Brescia Leonessa.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive