21 Gen 2020

Brescia vuole perseverare: con Oldenburg c'è voglia di successo (e di riscatto…)

Prosegue senza soste il cammino stagionale della Germani Brescia Leonessa, pronta a ospitare l’EWE Baskets Oldenburg nel terzo impegno delle Top 16 di EuroCup. Per Brescia non c’è neanche il tempo di metabolizzare il grande successo ottenuto in campionato contro l’Olimpia: l’impegno con la squadra tedesca, infatti, è un crocevia fondamentale nel cammino europeo e il fatto di disputarlo di fronte al proprio pubblico rende la posta in palio ancora più importante.

Al di là della rilevanza dell’incontro, in casa bresciana c’è anche voglia di invertire la tendenza maturata in EuroCup con le squadre tedesche. L’unico incrocio all’attivo con squadre della Bundesliga, infatti, riporta alla mente ricordi tutt’altro che positivi, anche se in quel caso l’avversario si chiamava Ratiopharm Ulm.

Oldenburg quest’anno ha raccolto in EuroCup il testimone lasciato da Ulm e incarna un’ulteriore testimonianza della crescita del basket tedesco, rappresentato in EuroLega da due squadre, Bayern Monaco e Alba Berlino. Per ribadire le ambizioni europee della Germani, dunque, è necessario fare di tutto per battere la compagine tedesca e tornare a muovere nuovamente la classifica, rimasta ferma dopo la sfida di martedì scorso con Venezia.

LE INFO SULLA PARTITA

Germani Brescia Leonessa-EWE Baskets Oldenburg si gioca al PalaLeonessa A2A (Via Caprera, 5 | Brescia) mercoledì 22 gennaio alle ore 20.30.

LE INFO SUI BIGLIETTI

I biglietti sono acquistabili on line direttamente dalla home page del sito di Basket Brescia Leonessa (QUI il link diretto) e ai botteghini del palasport, che apriranno alle ore 19.00, in concomitanza con l’apertura dei cancelli dell’impianto.

QUI BRESCIA

La vittoria ottenuta con Milano è un’ulteriore testimonianza di come i giocatori guidati da Vincenzo Esposito stiano facendo le cose per bene. Al di là dei punti segnati e del grande impatto avuto sulla partita su entrambi i lati del campo, il ritorno in campo di Horton permette al coach della Germani di allungare le rotazioni a propria disposizione, contando sul fatto che in EuroCup, a differenza di quanto accade in Serie A, non c’è una limitazione all’utilizzo dei giocatori stranieri.

In verità, Brescia non potrà contare sull’apporto di Travis Trice, che sarà disponibile solo a partire dalla prossima partita di EuroCup, quella da disputare sempre con Oldenburg, ma a campi invertiti. Questione di regolamenti del torneo continentale, che permettono di tesserare nuovi giocatori solo nella micro-finestra a cavallo tra andata e ritorno delle Top 16.



Gli altri sei stranieri presenti nel roster della Leonessa, invece, saranno tutti a disposizione dell’allenatore casertano, così come avvenuto sul campo della Reyer. Un fattore importante, che permetterà di non spremere troppo i giocatori impiegati, permettendogli di mantenere alta l’intensità.

Contro una squadra fisica come Oldenburg, infatti, servirà una Germani particolarmente energica e concentrata: da questo punto di vista la sfida con la corazzata Olimpia Milano è stata un banco di prova assolutamente probante ed è proprio tenendo il filo di quanto avvenuto domenica scorsa che Brescia potrà cercare di ottenere un altro grande risultato.


QUI OLDENBURG

Efficienza, solidità e durata nel tempo: sono queste le caratteristiche del progetto sportivo dell’EWE Baskets Oldenburg, terza avversaria della Germani Brescia Leonessa nelle Top 16 di EuroCup. Al PalaLeonessa A2A, infatti, si presenterà una squadra che sta ottenendo grandi risultati, nel campionato tedesco (il record di 10-5 le vale il quarto posto in classifica alle spalle di due formazioni importanti come Bayern Monaco e Alba Berlino) e nella competizione continentale.

Mladen Drijencic, il coach dell’EWE, rappresenta la continuità nel progetto dei gialloblu, visto che siede sulla panchina di Oldenburg dal marzo 2015. La recente esponenziale crescita del club, dunque, è legata proprio al nome dell’allenatore tedesco.



Il pericolo numero uno si chiama Rasid Mahalbasic, autentico dominatore del pitturato. Nelle Top 16 il centro austriaco sembra essere sbocciato definitivamente, visto che contro Venezia e Patrasso ha realizzato una media di 21.5 punti (25 contro la Reyer, 18 in Grecia), più alta di quella che aveva accumulato nella regular season (14.7).

Seguendo l’esempio del proprio pivot, tutta la formazione tedesca sembra aver alzato il proprio rendimento, guidata dall’esperienza di Rickey Paulding (classe 1982, a Oldenburg dal 2007) e dal talento di Gerry Blakes (12.3 punti di media in EuroCup) e Tyler Larson (14.2).

Perso per infortunio Nathan Boothe, l’EWE ha messo sotto contratto Armani Moore, già visto a Oldenburg nella stagione 2017-2018, che nell’ultima gara di campionato è stato l’MVP di giornata con 25 punti e 8 rimbalzi messi a referto contro Francoforte.

Anche se ci sono dei solisti di tutto rispetto, quella di Oldenburg assomiglia davvero a un’orchestra, in cui tutti gli elementi della rosa gialloblu sono protagonisti. Brescia, dunque, dovrà fare attenzione ai giocatori più prolifici, ma non dovrà trascurare gli altri, come Braydon Hobbs, Robin Amaize, Philipp Schwethelm, Kevin McClain, Justin Sears e Karsten Tadda, che garantiscono un fatturato discreto, portando tutti il proprio mattoncino alla costruzione di una squadra che fa della solidità il proprio tratto distintivo.


CURIOSITÀ

Quello tra Brescia e Oldenburg è il primo incrocio assoluto tra i due club. Come detto, i precedenti della Germani con le squadre tedesche sono tutt’altro che positivi, visto che Brescia ha perso entrambe le gare disputate con Ulm nella regular season della scorsa stagione.

Nel roster dell’EWE ci sono alcuni giocatori che hanno militato nel campionato italiano. Il più recente è Gerry Blakes, che lo scorso anno vestiva la maglia della Pallacanestro Cantù (12.3 punti di media a gara). Nella stagione 2017-2018, invece, Tyler Larson indossò la maglia dell’OJM Varese, che Brescia riuscì a sconfiggere nella serie dei quarti di finale dei playoff scudetto.

Nathan Boothe, infine, è stato un giocatore della The Flexx Pistoia nella stagione 2014-2015 ed era stato allenato proprio da Vincenzo Esposito, producendo 11.3 punti e 4.4 rimbalzi a partita. Il giocatore statunitense, però, al PalaLeonessa A2A non sarà presente, visto che all’inizio del mese di dicembre si è procurato un infortunio che lo terrà lontano dai campi per un altro paio di mesi.

Una delle curiosità della terza giornata delle Top 16 di EuroCup è rappresentata dal fatto che le squadre del Girone F vi arrivano tutte appaiate in classifica, con una vittoria (casalinga) e una sconfitta (in trasferta) ciascuna. In verità, quando Brescia scenderà in campo con Oldenburg, il risultato della sfida tra Patrasso e Venezia sarà già noto e sarà possibile capire se il trend che vede vittoriose le squadre di casa sarà confermato anche nel terzo turno.

LE PAROLE DELLA VIGILIA

“Oldenburg è una squadra molto seria, estremamente disciplinata in attacco e in difesa – spiega Giacomo Baioni, assistant coach della Germani -. Al di là della fisicità diffusa in tutti i ruoli, è una squadra estremamente organizzata e ha un progetto tecnico continuativo nel tempo, nel quale i giocatori franchigia sono lì da diverso tempo, così come il coach”.

“Riguardo ai singoli, Paulding è estremamente efficace e ha un minutaggio alto, a dispetto dell’età, mentre Mahalbasic ha qualità tecniche invidiabili – prosegue l’allenatore pesarese -. L’EWE è una squadra che ha grandi tiratori, guardie con grandi capacità di palleggio e nel ruolo di pivot alternano giocatori diversi. Le loro principali risorse sono il gioco in post basso e le situazioni di pick-n-roll. Hanno grandi qualità su tutti gli effettivi del roster e una produttività spiccata a livello offensivo. Infine, sono eccellenti passatori e sanno selezionare le scelte, mettendo tutti nelle condizioni di fare bene”. 

“La sfida per noi è stimolante e molto importante, perché l’ultima del girone d’andata rappresenta una sorta di spartiacque – conclude Baioni -. Affrontare una squadra così organizzata per i nostri giocatori sarà un ulteriore stimolo per provare a fare un altro passo avanti in una competizione che ci ha visto protagonisti sin dalle prime battute”. 

“Brescia ha battuto l’Olimpia Milano domenica scorsa e questo dice molto della sua qualità – il pensiero di Mladen Drijencic, coach dell’EWE Baskets Oldenburg -. Hanno molti giocatori dalle grandi doti individuali, alcuni dei quali hanno giocato nel campionato tedesco, come Horton, Silins e Lansdowne. Sarà una gara molto fisica, spero che le energie che siamo riusciti a ricaricare ci permettano di essere competitivi”.

GLI ARBITRI

La partita tra Germani Brescia Leonessa ed EWE Baskets Oldenburg sarà diretta da Fernando Rocha (Portogallo), Josip Radojkovic (Croazia) e Arturas Sukys (Lituania).

TV E MEDIA

La sfida del PalaLeonessa A2A sarà visibile in diretta TV su Eurosport 2, presente sulla piattaforma Sky (canale 211), su Mediaset Premium (canale 342) e su DAZN. Il match sarà disponibile anche in streaming su Eurosport Player. Come sempre, la diretta testuale del match sarà disponibile sul sito ufficiale di Basket Brescia Leonessa.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive