22 Nov 2019

#sessismofuoridallepalle: Germani Basket Brescia dice no alla violenza contro le donne

Lunedì 25 novembre sarà celebrata la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, una ricorrenza istituita nel 1999 partendo dall’assunto che la violenza contro le donne rappresenti una violazione dei diritti umani. In questo contesto, Basket Brescia Leonessa ha voluto aderire alla campagna denominata #sessismofuoridallepalle, promossa da ‘La Scuola DDiritto Onlus’, un’associazione che da anni opera per la prevenzione alla violenza di genere.

L’obiettivo della campagna è quello di creare un movimento che possa coinvolgere l’intero mondo dello sport italiano: atleti, dirigenti, istituzioni e mondo della politica, un’iniziativa che si prefigge lo scopo di porre un freno ai sempre più numerosi casi di sessismo, quasi sempre taciuti e alle diverse forme di violenza di genere presenti nel mondo dello sport.

L’adesione da parte di Basket Brescia Leonessa alla campagna #sessismofuoridallepalle si concretizzerà in una serie di iniziative che saranno realizzate in occasione della gara della 10/ma giornata del campionato di Serie A tra Germani Basket Brescia e Carpegna Prosciutto Pesaro, in programma al PalaLeonessa A2A domenica 24 novembre alle ore 18.00.

Tali iniziative sono state presentate nel corso di una conferenza stampa, che si è svolta questa mattina presso la sala stampa del PalaLeonessa A2A alla presenza di Graziella Bragaglio, presidente di Basket Brescia Leonessa, del coach Vincenzo Esposito, dell’Avv. Francesca Passerini, Presidente de ‘La Scuola DDiritto Onlus’ e del Dr. Stefano Pisciotta, responsabile della campagna #sesssimofuoridallepalle.



“Ancora una volta, Basket Brescia Leonessa conferma la propria vicinanza al territorio e ai movimenti che si occupano di tematiche sociali, perché questo è lo spirito del nostro club – le parole di Graziella Bragaglio, presidente di Basket Brescia Leonessa -. In quest’ottica, il club darà vita a una serie di iniziative per promuovere il progetto de ‘La Scuola DDiritto Onlus’, decidendo innanzitutto di scendere in campo con una divisa diversa dal solito, di colore rosso e rosa: il rosso è il colore scelto per rappresentare la giornata contro la violenza sulle donne, mentre il rosa rappresenta la femminilità. Ciascuna maglia verrà firmata dal giocatore che l’ha indossata e sarà messa all’asta: il ricavato delle vendite verrà destinato ai progetti dell’associazione, impegnata già da diversi anni con iniziative dedicate alla sensibilizzazione e prevenzione”.

“Quella sulla violenza contro le donne è una tematica importante, sulla quale tutto il mondo dello sport andrebbe sensibilizzato – il pensiero di coach Vincenzo Esposito -. Uno dei concetti in cui credo tantissimo e che cerco di insegnare anche ai miei ragazzi è il rispetto: certi episodi non devono più accadere e spero che anche noi possiamo dare una mano, perché non facciamo solo sport, ma rappresentiamo una città, un Paese e un’intera generazione. Per questo dobbiamo avere l’obiettivo di trasmettere alla comunità determinati valori che, purtroppo, negli ultimi tempi stanno venendo sempre più a mancare”.

“La nostra associazione nasce con l’istituzione della legge 119 del 2013 contro il femminicidio – spiega l’Avv. Francesca Passerini, presidente de ‘La Scuola DDiritto Onlus’ -. Con la nostra Onlus abbiamo seguito vari progetti, dedicando allo sport sin dal 2015 un programma specifico all’interno delle squadre giovanili, oltre ad aver avviato progetti per le scuole e corsi di riabilitazione contro il bullismo. Ho sottoposto questo progetto a Basket Brescia Leonessa per andare a colmare quelle che ad oggi sono le mancanze nel mondo dello sport. Un mondo dove, talvolta, manca la cultura alla base di quella che dovrebbe essere l’essenza dello sport stesso: lealtà, serenità e leggerezza. Si tratta di un programma dedicato alla prevenzione e all’educazione della violenza di genere, non alla sua punizione”.

“All’interno della nostra Onlus ci siamo interrogati spesso riguardo quali siano attualmente i meccanismi in atto nello sport, che risulta essere sempre più macchiato da tantissimi episodi spiacevoli – afferma il Dr. Stefano Pisciotta, responsabile della campagna #sessismofuoridallepalle -. Nel caso specifico ci siamo resi conto di come tali episodi passino sotto traccia quando coinvolgono una donna. L’obiettivo del nostro progetto, dunque, è quello di sensibilizzare chi è parte del mondo sportivo, sia come atleta sia in veste dirigenziale, per capire che questo genere di situazioni esistono e non devono più accadere”.



LE INIZIATIVE | In occasione della gara con la Victoria Libertas Pesaro, i giocatori della Leonessa indosseranno una maglia appositamente realizzata di colore rosa e rosso, sulla quale è riportato il logo della campagna, che trova spazio anche sui pantaloncini e su uno speciale sovramaglia che la squadra indosserà al momento della presentazione ufficiale.

All’ingresso del PalaLeonessa A2A sarà presente un banchetto presso il quale i rappresentanti de ‘La Scuola DDiritto Onlus’ forniranno a tutti i tifosi interessanti informazioni sulla campagna. Presso il banchetto sarà inoltre possibile dare la propria adesione alla campagna.

Sulla scorta di quanto accadrà in numerosi impianti sportivi in occasione delle gare del prossimo weekend, anche i giocatori di Basket Brescia Leonessa scenderanno in campo con un segno rosso sul viso, in segno di adesione all’iniziativa #unrossoallaviolenza, realizzata sempre allo scopo di sensibilizzare le persone sul tema della violenza alle donne.

All’ingresso del PalaLeonessa A2A sarà presente un trucca-persone, che dipingerà lo stesso segno rosso sul viso di tutti i tifosi che vorranno aderire all’iniziativa. Gli stessi supporters potranno inoltre fare una foto utilizzando la speciale cornice realizzata per l’occasione, sulla quale è riportato il logo della campagna. Le foto potranno essere pubblicate sui social network accompagnate dall’hashtag ufficiale della campagna #sessismofuoridallepalle.

Tutte le tematiche relative alla campagna sono presenti su un sito web (www.sessismofuoridallepalle.org), uno strumento che sarà utile per reperire informazioni sull’andamento della campagna stessa e che ospiterà uno sportello dedicato, presso il quale si potranno segnalare casi di violenza. Tali casi verranno analizzati all’interno dell’Associazione, che provvederà ad attivare attività a difesa di chi è sotto attacco.

Dalla piattaforma nasceranno poi altre iniziative, che puntano al coinvolgimento delle squadre e degli enti sportivi finalizzato all’adozione di un codice di autoregolamentazione affinché le donne che fanno parte del mondo sportivo non siano più vittime e oggetto di discriminazioni, situazioni spiacevoli o gender gap e per far sì che anche le figure femminili siano valorizzate e non più danneggiate.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive