Basket Brescia Leonessa scende in campo accanto a ESA Onlus

12 Ottobre 2019 · #Germani Basket Brescia

Basket Brescia Leonessa scende in campo accanto a ESA Onlus, l’associazione che si occupa dell’Educazione alla salute attiva nella cura del tumore al seno.

Ottobre è il mese dedicato alla prevenzione, ESA Onlus si sta mobilitando assieme ad altre associazioni italiane per chiedere l’istituzione della Giornata Nazionale dedicata al Tumore al Seno Metastatico. Nella giornata di giovedì 10 ottobre, una delegazione delle associazioni italiane dedite alla causa ha presentato alla Camera dei Deputati il proprio Manifesto a sostegno delle donne con un tumore al seno metastatico. L’obiettivo è quello ottenere il riconoscimento della Giornata TSM per il 13 ottobre, giorno che tanti Paesi (tra cui gli Stati Uniti) hanno già dedicato alla causa.

Per appoggiare l’importante progetto di ESA, diverse realtà sportive del territorio bresciano hanno deciso di scendere in campo al fianco dell’Associazione, ritagliando dei momenti, durante le proprie gare casalinghe, pensati per incoraggiare la campagna di sensibilizzazione sostenuta da ESA.

A fare da apripista sarà proprio Basket Brescia Leonessa: in occasione della partita in programma al PalaLeonessa A2A contro la Dolomiti Energia Trentino, infatti, il club parteciperà attivamente al progetto promuovendo iniziative collaterali.

Oltre ad una coreografia speciale organizzata sugli spalti con il supporto dei tifosi Irriducibili, poco prima dell’inizio della gara verrà consegnata una maglia celebrativa realizzata per l’occasione.

Che cos’è il tumore al seno metastatico – Si tratta di un tumore che, dalla sua sede primaria, si è diffuso in altre regioni del corpo attraverso la circolazione linfatica e sanguigna. Oltre a moltiplicarsi con maggiore rapidità delle cellule sane, quelle tumorali, cioè le metastasi, possono alterare le funzioni degli organi vitali, fino a comprometterle del tutto. Il tumore al seno metastatico è una malattia curabile, sebbene non ancora guaribile poiché le metastasi tendono a ricomparire.

Le cure cercano di impedire la proliferazione ulteriore delle cellule tumorali in altri organi ed eliminare gli eventuali sintomi della malattia. Oggi è possibile convivere con il tumore al seno metastatico e avere una buona qualità della vita anche per molti anni, soprattutto se esso è diagnosticato precocemente.

Il tumore al seno metastatico presenta caratteristiche molto differenti dal tumore al seno in stadio iniziale. Dedicare una giornata nazionale a questa patologia, come già fatto da altri paesi in data 13 ottobre, significherebbe dar voce anche in Italia alle oltre 37mila pazienti donne e, anche se in percentuale minima, uomini, che vivono questa condizione cronica.

Il riconoscimento da parte delle istituzioni sarà l’occasione per informare e sensibilizzare alle criticità specifiche di questa patologia, nonché per dare l’abbrivio ad iniziative, promosse dalle Istituzioni e dagli stakeholder, per migliorare il trattamento di questa fase della patologia.

ESA ritiene che l’istituzione formale della giornata nazionale dedicata al tumore al seno non rappresenti un punto di arrivo bensì di partenza affinché le istituzioni e gli stakeholder prendano coscienza delle specificità di questa tipologia di tumore e dunque si assumano l’impegno di individuare l’approccio di politica sanitaria più adeguato.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive