La Giornata Biancoblu | Matteo Bonetti: “Da 1 a 10: i migliori momenti di Basket Brescia”

19 Aprile 2019 · #Giornata Biancoblu

Ripercorriamo con il patron Matteo Bonetti i 10 momenti più belli di storia di Basket Brescia Leonessa

#1 Estate 2009. Trofeo Bresciani a Bergamo, prima partita della storia della Leonessa. Tifosi presenti: due, con una bandiera. Ho sempre con me la foto dell’evento, che tengo come un cimelio. Tutto inizia da qui

#2 Una nebbiosa sera di febbraio fa da sfondo a un incontro tra me, Ario Costa e Sandro Dell’Agnello, al quale decidiamo di affidare la panchina. Mai scelta fu più azzeccata: conquistammo la promozione contro Trapani, pur non avendo il fattore campo a favore

#3 2011-2012, una stagione difficile, la prima in A2 con due momenti da incorniciare: la vittoria all’esordio a Barcellona Pozzo di Gotto dopo un overtime e il successo a Brindisi con una strepitosa prova di Ghersetti. Battemmo le due squadre più forti del campionato a casa loro

#4 Agosto 2012: dopo un’annata economicamente dispendiosa, abbiamo un solo giocatore sotto contratto. Formiamo la squadra a poco a poco. Martelossi, appena firmato, dichiarò: “Partiamo per ultimi, ma non arriveremo ultimi”. Fu il mantra di una stagione straordinaria

#5 Settembre 2012, Marco Abbiati mi chiama: “Matteo, ci hanno proposto un ex NBA. Forte è forte, ma dicono non sia normale”. Rispondo: “Se non è normale dobbiamo prenderlo”. È così che arrivò J.R. Giddens

#6 Dopo una stagione non semplice, serve un nome per il post Martelossi. Graziella non ha dubbi: “Andrea merita un’opportunità”. Dopo 7 anni, Andrea Diana è ancora il nostro allenatore. Credo sia la scommessa più vincente della storia di Basket Brescia Leonessa.

#7 Altra sera di febbraio, stavolta siamo io e Santoro a cena. Gli dico: “Per vincere il campionato serve un giocatore vincente, di grande carisma e che sappia difendere”. “Tipo?”, mi chiede Sandro. “Tipo un giocatore alla David Moss”. Dalla battuta al sogno, con David Moss conquistiamo la Serie A dopo 20 gare di playoff

#8 Playoff promozione 2015-2016, quarti di finale, gara 5 contro Tortona a Cremona. Passaggio no look dietro la testa di Franko Bushati e schiacciata reverse di Mirza Alibegovic. Il canestro più bello nella storia della Leonessa

#9 Il primo anno di Serie A, ogni successo ha un sapore particolare. Ma la vittoria contro Venezia nei quarti della Final Eight di Coppa Italia è forse la più bella di tutte.

#10 Il canestro di lucida follia di Michele Vitali ad Avellino: invece di tirare da due e provare a portare la squadra al supplementare, Michele esce dall’arco per tirare da tre e vince la partita. Ero talmente sotto shock per quello che i miei occhi avevano visto che finita la partita non parlai per 40 minuti.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive