Brescia dura solo un tempo, semaforo rosso anche ad Avellino

10 Febbraio 2019 · #Serie A

Ancora una battuta d’arresto per la Germani Basket Brescia, che nel lunch match della 19/ma giornata esce sconfitta dal PalaDelMauro di Avellino con il punteggio di 79-67. Nonostante i 18 punti segnati da Cunningham, bravo a dosarsi nell’ultimo quarto nonostante i 4 falli a referto, e una prova da 15 punti di Hamilton, che cancella la negativa prestazione offerta contro Trieste, la Leonessa incassa la seconda sconfitta consecutiva prima della lunga pausa del campionato, che potrebbe diventare l’occasione propizia per ricaricare le energie e fare mente locale, cercando di entrare nel vivo della stagione con nuovo e auspicabile slancio.

La trasferta al PalaDelMauro inizia sotto una buona stella per la squadra di coach Diana, scesa in Irpinia con la voglia di riconquistare i due punti persi sette giorni prima in casa contro Trieste. Nonostante la febbre, Moss è il condottiero di un primo quarto di gioco pressoché perfetto per la Germani, che chiude i primi 10′ di gara avanti di 8 lunghezze (26-18), mostrando grande concentrazione e abnegazione difensiva.

Avellino tenta subito di limare lo svantaggio ad inizio secondo quarto ma ancora una volta Brescia è brava a farsi trovare pronta e, con una tripla di Sacchetti, balza sul +12, costringendo Vucinic a chiamare time out. Da quel momento la partita cambia volto: Avellino trova la quadratura del cerchio in difesa, mettendo non pochi granelli di sabbia negli ingranaggi offensivi bresciani, e in attacco ritrova le proprie certezze con Green (23 punti alla sirena finale) e Sykes (19). La Leonessa, invece, si spegne a poco a poco e la fiamma offensiva che aveva arso fino a quel momento comincia a baluginare, tanto che il vantaggio degli ospiti crolla fino al +1 dell’intervallo (41-40).

Inquietante come il nemico che torna nel sequel del film precedente, ecco riapparire all’orizzonte i fantasmi del terzo quarto di gioco. La Leonessa non riesce più a trovare canestri dal campo, segnando solo dalla lunetta, e la Scandone ne approfitta per prendere definitivamente il controllo della partita. La terza frazione si chiude così cn un parziale di 21-8 per la Sidigas, che trova anche la tripla di Campogrande sul finire di quarto per il +12 (61-49) al 30′ di gioco.

La Leonessa accenna una reazione all’alba dell’ultima frazione, riavvicinandosi fino al -4 (e palla in mano), ma nel momento di massimo bisogno per i lupi ci pensa Green a mettere a referto 5 punti a fila, scacciando la paura. A completare l’opera, infine, ci pensa Sykes, che spara la bomba del +10 poco prima dell’ultimo minuto di gioco e fa partire i titoli di coda sulla sfida, lasciando che gli ultimi secondi siano utili solo a glissare il risultato sul 79-67 finale.

ANDREA DIANA – “Faccio i complimenti ad Avellino per la vittoria. Noi abbiamo avuto un buon approccio alla gara, stando attenti a non concedere i punti di forza ai nostri avversari. Nel secondo quarto, però, abbiamo forzato in attacco in troppe occasioni, innescando il loro contropiede. Il finale del secondo quarto è stato il momento che ha deciso l’andamento della gara: avremmo dovuto avere più equilibrio in attacco e poi abbiamo perso per falli Cunningham, ovvero il nostro giocatore con maggiore potenziale.

Nel terzo periodo abbiamo sbagliato tanto, anche se abbiamo avuto una buona reazione nell’ultimo periodo. Abbiamo avuto la bomba per tornare a -1, poi da lì è nato il parziale di 5-0 che ha chiuso la gara. E ancora una volta abbiamo avuto delle reazioni con gli arbitri che non vanno bene. Moss? È da elogiare, perché era influenzato: si è reso disponibile, ha fatto una buona gara.

Durante la sosta ci sarà da lavorare, soprattutto nella prima settimana in cui avremo il roster al completo, prima che partano i nazionali. Al ritorno in campo, speriamo di riprendere la corsa con un ritmo maggiore rispetto a quello che abbiamo avuto dopo la prima sosta della Nazionale”.

SIDIGAS AVELLINO-GERMANI BASKET BRESCIA 79-67 (18-26, 40-41, 61-49)
Sidigas Avellino: Young 6 (3/6), Green 23 (8/13, 1/5), Filloy 7 (2/7, 1/5), Campani 4 (2/2), Sabatino ne, Silins 9 (3/7 da tre), Campogrande 3 (1/2 da tre), Harper 6 (4/5, 0/4), D’Ercole (0/1), Sykes 19 (3/9, 2/3), Spizzichini ne, Ndyaie 2 (1/3). All: Vucinic
Germani Basket Brescia: Hamilton 15 (2/7, 1/5), Abass 6 (2/8, 0/1), Mensah ne, Vitali (0/3, 0/1), Laquintana (0/1, 0/1), Cunningham 18 (3/5, 2/5), Caroli ne, Beverly 6 (2/8), Zerini 6 (3/4, 0/2), Moss 8 (3/4, 0/1), Sacchetti 8 (0/3, 2/5). All: Diana
Arbitri: Martolini, Vicino e Paglialunga
Note: Tiri da 2: Avellino 22/46 (48%), Brescia 15/43 (35%) – Tiri da 3: Avellino 8/26 (31%), Brescia 5/21 (24%) – Tiri liberi: Avellino 11/13 (85%), Brescia 22/30 (73%) – Rimbalzi: Avellino 50 (35 RD, 15 RO), Brescia 40 (29 RD, 11 RO)

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive