Brescia, più bassi che alti: Avellino corsara al PalaLeonessa

27 ottobre 2018 · #Serie A

Colpo esterno per la Sidigas Avellino, che nel secondo anticipo della quarta giornata di campionato batte a domicilio la Germani Basket Brescia. Al PalaLeonessa finisce 77-74 in favore della Scandone, che torna dunque alla vittoria dopo due sconfitte rimediate nelle ultime due uscite. Norris Cole e Keifer Sykes guidano la squadra irpina alla vittoria, segnando 37 punti combinati con un complessivo 13/25 dal campo. I migliori realizzatori della Leonessa, invece, sono Luca Vitali (18 punti) e Brian Sacchetti, che chiude la propria partita con 13 punti e un solo errore al tiro. Numeri che però bastano alla Leonessa per tornare alla vittoria anche in campionato.

Avvio convincente per la Leonessa che, dopo aver chiuso il primo quarto di gioco avanti 18-13, tenta una prima fuga già ad inizio seconda frazione, conquistando un vantaggio di 13 lunghezze grazie a Sacchetti e Vitali. Avellino, dopo essersi sbarazzata dell’iniziale torpore, risponde con i suoi primi violini Cole e Green che la riportano in partita. La Leonessa però resiste all’urto irpino e con Hamilton e Laquintana riesce ad andare negli spogliatoi ancora in vantaggio (39-34).

Avellino rientra dall’intervallo con ben altra faccia rispetto a quella mostrata nei primi 20′. La squadra di Vucinic aggredisce la partita fin da subito e, beneficiando di un momento di netta flessione offensiva da parte di Brescia, piazza un 8-0 di parziale che le consegna il primo vantaggio (49-44). La risposta della Leonessa è firmata da Brian Sacchetti, che sul finale di terzo quarto segna da tre e dalla lunetta, riportando Brescia a una sola lunghezza di distanza (54-55).

L’ultimo quarto è contraddistinto da una continua altalena di parziali: sale in cattedra Keifer Sykes che semina il panico nella difesa bresciana segnando a ripetizione (13 punti negli ultimi 10′). Brescia si aggrappa a Luca Vitali per tornare nuovamente in partita ma nel finale paga i continui sforzi profusi per mantenersi in linea di galleggiamento. L’ultimo sussulto lo regala il capitano David Moss che scrive un parziale di 5-0 e riporta la Leonessa a -1. L’aggancio però non avviene e Avellino, fredda e cinica, chiude la partita con l’ultima girandola di liberi per il 74-77 finale.

ANDREA DIANA – “È stata una partita in cui eravamo riusciti a gestire i ritmi nei primi due quarti. Tenere una squadra come Avellino sotto i 34 punti era il nostro obiettivo e fino all’intervallo abbiamo giocato la gara che volevamo. Nella seconda parte abbiamo avuto poca disciplina in attacco e questo ci ha messo in difficoltà, permettendo ad Avellino di rientrare. Pur avendo messo in conto il talento e i punti dei singoli come Cole e Sykes, non dovevamo arrivare a giocarci la gara punto a punto negli ultimi minuti. La nostra disciplina offensiva è stata di basso livello, non siamo riusciti a concretizzare i vantaggi che avevamo e ad imporci del punto di vista fisico”.

GERMANI BASKET BRESCIA-SIDIGAS AVELLINO 74-77 (20-13, 39-34, 54-55)
Germani Basket Brescia: Allen 10 (2/7, 2/5), Hamilton 8 (1/3, 2/5), Ceron (0/1, 0/1), Abass 4 (1/4, 0/1), Vitali 18 (4/5, 2/7), Laquintana 6 (3/5), Caroli ne, Mika 6 (2/7), Beverly 2 (1/8), Moss 7 (0/2, 1/1), Sacchetti 13 (1/2, 2/2). All: Diana
Sidigas Avellino: Green 8 (0/1, 2/5), Nichols 10 (5/8, 0/6), Costello 9 (4/5), Filloy 5 (1/1, 1/4), Campani ne, Sabatino ne, Campogrande ne, D’Ercole 3 (1/2 da tre), Sykes 18 (3/6, 3/6), Cole 19 (5/9, 2/4), Spizzichini 2 (1/1), Ndiaye 3 (1/3). All: Vucinic
Arbitri: Sahin, Borgo e Nicolini
Note: Tiri da 2: Brescia 15/46 (33%), Avellino 20/34 (59%) – Tiri da 3: Brescia 9/22 (41%), Avellino 9/27 (33%) – Tiri liberi: Brescia 17/22 (77%), Avellino 10/23 (43%) – Rimbalzi: Brescia 35 (25 RD, 10 RO), Avellino 38 (31 RD, 7 RO)


Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive