Bresciaoggi – Centrale grandi manovre e Cittadini è il punto fermo

12 giugno 2015

È il gioco estivo del «chi va e chi resta»: il pacchetto lunghi di Brescia difficilmente riproporrà i 4 nomi che sotto le plance del San Filippo si sono ottimamente comportati per la prossima stagione.L´unica certezza per Brescia (insieme alla conferma di Juan Fernandez e a quella di coach Andrea Diana) riguarda Alessandro Cittadini: il centro perugino, che ha giocato una stagione di altissimo livello, era legato a Brescia da un contratto biennale, in cui l´ultima parola spettava a Brescia per il rinnovo. Nel mezzo tante parole, interessamenti forti in A2 Gold e Silver. Perché a 36 anni il totem della Centrale rimane uno dei punti di riferimento del campionato. E chi punta a fare bene nel prossimo campionato non può affidarsi a giocatori a caso: lo sa bene la Leonessa dei canestri, che non a caso sta trattando un prolungamento per la stagione successiva.«L´idea è questa – conferma il patron biancazzurro Matteo Bonetti -. Ne stiamo parlando: Alessandro è un grande professionista ed il suo apporto in campo e fuori è stato molto apprezzato da tutto l´ambiente». Dalla sua abitazione di Viterbo, dove è rientrato dopo il termine delle scuole dei suoi bambini a Brescia e da dove seguirà la finale promozione in A2 tra la sua Fortitudo Bologna e la Mens Sana 1871 Siena (domani a Forlì, ore 20.30), il centro perugino si dice fiducioso: «Direi che le premesse ci sono tutte: a Brescia mi sono trovato molto bene».INTANTO Andrea Diana sta parlando con Justin Brownlee: l´ala forte di Tifton ha espresso la volontà di continuare la sua carriera a Brescia, ma come per la scorsa estate i tempi per una scelta definitiva non saranno cortissimi. Ad ogni buon conto il mercato che interessa i giocatori made in Usa prenderà il via verso fine mese, e tra Summer League ed altre manifestazioni che vedranno in campo giocatori stranieri (come l´Adidas Eurocamp di Treviso dei giorni scorsi, che ha aperto ufficialmente la stagione degli osservatori e delle trattative) ci sarà solo l´imbarazzo della scelta.Chi potrebbe salutare la compagnia è invece Andrea Benevelli: il lungo marchigiano parrebbe essere nel mirino di Pesaro (dove potrebbe arrivare anche il centro Michele Maggioli, in uscita da Jesi, dopo dieci stagioni con la squadra marchigiana). «È una voce che è uscita negli ultimissimi giorni – racconta l´ala forte pesarese -. Io sono in vacanza e vorrei non pensare per qualche giorno a quello che sarà. Mi sentirò comunque la prossima settimana con il mio procuratore e vedremo se c´è stata qualche manifestazione di interesse». Anche se a Brescia resterebbe volentieri: «Non mi sono trovato male qui: la mia è stata un´esperienza molto positiva; certo essere accostato alla squadra in cui mio papà (Amos, oltre 6.000 punti segnati a cavallo degli anni ´70 ed ´80 in serie A) ha giocato per otto stagioni e ne è stato il capitano, sarebbe per me un motivo di grande orgoglio». Non ci sarà spazio per Daniele Tomasello: si vaglia invece in entrata Giampaolo Ricci (Casalpusterlengo, 10,4 punti e 5 rimbalzi), un´ala a tutto tondo per la Leonessa che verrà.

Alberto Banzola

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive