Giornale di Brescia – La Centrale fìssa il budget e pensa al dopo Loschi: piace il torinese Rosselli

1 giugno 2015

Millecinquecento persone in due giorni. Sono i numeri delle feste di fine anno della prima squadra (con i tifosi) e del settore giovanile. La Centrale del latte Basket Brescia Leonessa tira ed è ormai una grande realtà a livello cittadino e provinciale. Nella società di via Oberdan si sta pensando alla prossima stagione e sono questi giorni di riflessione. Il budget. Fissato quello per la prossima stagione. Oscillerà tra il milione e duecentomila euro e il milione e mezzo. Qualcosa in più dell’ultima stagione, segno che procede bene l’opera di rastrellamento sponsor con l’associazione «Un canestro per Brescia». Sul taccuino. Guido Rosselli con la maglia della Manital Un ruolo di under verrà occupato da Valerio Cucci che già nel finale di stagione si è allenato con la squadra Il general manager. Ferencz Bartocci ha staccato per qualche giorno: è tornato in Ciociaria dove sta preparando il matrimonio con Marianna. Ha rifiutato la proposta di Ferentino o almeno così ha garantito alla proprietà. «Mi ha detto che rimane – dice il patron Matteo Bonetti – e tanto mi basta». Il coach. Andrea Diana sta aspettando una chiamata per firmare il rinnovo del contratto. Su di lui ci sono gli occhi di Verona e Varese, con quest’ultima che segue anche Justin Brownlee. Sia il coach che l’americano hanno dato però priorità alla Centrale e su di loro si sta lavorando, seppure a fari spenti. Il proseguimento con Diana non dovrebbe essere in discussione mentre per Justin bisogna far ragionare il procuratore che vorrebbe un aumento d’ingaggio fino a 80-100.000 euro. Confermati. Sicuri di restare Cittadini e Fernandez, che hanno il contratto, molto probabile anche la conferma di Passera mentre su Benevelli si ragionerà. Sicuro l’addio degli under (che non saranno più tali) Giammò e Tommasello, quasi certo quello di Nelson e Loschi (potrebbe andare a Treviso). Obiettivi. Si cercherà quindi di acquistare una guardia americana e un’ala italiana. Per quest’ultimo ruolo piace il torinese Guido Rosselli, ma se Torino viene promosso rimarrà in gialloblù. Il quarto lungo, un under, sarà Valerio Cucci (classe 1995, 202 centimetri di altezza) ex Veroli e Stella Azzurra già aggregato a Brescia nel finire della stagione.

Cristiano Tognoli

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive