U19 vince l’Interzona e vola alle finali nazionali

15 aprile 2015

1926734_10206383609620092_7783017453362472780_n

Una Squadra Under 19 di Leoni, eroica, concede il bis e per la seconda volta in due anni centra l’obbiettivo delle Finali Nazionali di categoria,  sbancando il parquet di Monte di Procida (Napoli), segno che i frutti del lavoro compiuto in questi anni dal Settore Giovanile, portano con continuità un risultato tangibile, elevando i nostri ragazzi e la nostra Società, nell’olimpo, tra le migliori 16 squadre Under 19 Elite a livello Nazionale.  Inseriti nel Concentramento N° 8 di Monte di Procida, in provincia di Napoli, girone ostico vista la presenza  della prima classificata delle Marche, Jesi, assieme alla prima della Sicilia, il Cus Catania e la seconda dell’Emilia, Novellara, i nostri ragazzi portano a casa un risultato prestigioso, raggiungendo l’obiettivo delle Finali Nazionali. Nella prima giornata, riusciamo a regolare la fortissima Jesi con una prestazione di sostanza ma anche di gran cuore. Dopo una partenza a razzo (20-8 al termine del primo quarto) le due squadre stentano a segnare, merito anche di difese arcigne da entrambe le parti. Il primo tempo si chiude sul 29-16 per i nostri ragazzi che, sprecando numerose occasioni in attacco ed hanno il demerito di non saper chiudere la partita.

Nel terzo quarto, puntualmente Jesi si fa sotto con un parziale di 21-10 sfruttando anche l’infortunio ad Assoni che cadendo in area, subisce una contusione e abbandona il match.Nell’ultimo parziale entra in campo per i nostri Leoni quel cuore enorme che già in altre occasioni si era manifestato. Con Bonvicini out per un problema alla caviglia e Ferrari per un colpo allo sterno che gli impedisce una respirazione normale, la squadra allenata da Roberto Ferrandi e Paolo Cantarelli, risponde colpo su colpo al rientro della formazione marchigiana che raggiunge il massimo vantaggio a 3’ dalla fine dell’ultima frazione, quando si portano a più cinque (52-47). Quando ormai apparivano i titoli di coda, anche questa volta, la nostra squadra trova nuova linfa e una bomba di Bolis (20 punti per lui alla fine), una di Superti e quattro tiri liberi di Bettelli consecutivi, ci portano avanti di tre punti con un parziale di 8-0 che chiude l’incontro. Punteggio finale 55 a 52 per noi. Apoteosi finale, gioia e soddisfazione, un mattoncino è stato messo, ma ne serve almeno un altro, perché il bello deve ancora venire!

Il giorno successivo affrontiamo Novellara, vincente la sera prima contro Catania. L’inizio è la fotocopia della partita del giorno prima con i nostri che conducono, ma non riescono a chiudere la gara a causa di alcuni tiri da sotto canestro sbagliati e di alcuni contropiedi non finalizzati a dovere. Il tutto comporta che a fine primo tempo i ragazzi chiudono in vantaggio 26-15 quando il margine dovrebbe essere molto più ampio. Anche qui, puntuale, arriva la reazione emiliana, con il risultato che gli avversari si rifanno, arrivando a meno due, ma la cooperativa del canestro firmata da Bettelli, Mobio e Piantoni argina l’onda reggiana ripartendo poi a metà dell’ultimo quarto riportando a 11 lunghezze il margine nel finale (59-48). Altri salti di gioia ed esultanza ma potrebbe non bastare! Bisogna aspettare il risultato della gara Jesi-Catania subito dopo la nostra. E Jesi fa sua la posta in palio come da pronostico, regalando la qualificazione con un giorno d’anticipo ai nostri giovani leoni. Tripudio, gioia, consapevolezza, sogni che si avverano, adrenalina che va a riposo.

Nell’ultima giornata, ormai ininfluente ai fini del passaggio alle finali nazionali, con Brescia ormai certa del primo posto nel girone, si affronta il Cus Catania, che viene sconfitto nettamente (80-45 il risultato finale) con una prestazione corale che dimostra la forza della Leonessa, cresciuta partita dopo partita. Onore comunque a Catania, arrivata all’Interzona contro pronostico, con otto giocatori, che ha giocato con una forza d’animo e abnegazione encomiabili. Poi due infortuni e la stanchezza per le rotazioni ridotte, le hanno fatto perdere contro di noi con un risultato che non le rende il giusto onore.

Un ringraziamento speciale alla nostra dirigente Cristina Benussi, la quale si è fatta in quattro lasciando ai ragazzi e allo staff tecnico solo il compito di sfoderare sul campo le proprie qualità tecniche e caratteriali. Grazie agli organizzatori della nostra Società, che ci hanno permesso di effettuare una trasferta agevole e lieta. Oltre a loro, i ringraziamenti vanno a Ferencz Bartocci primo tifoso dei nostri Leoni che ha seguito la squadra in questo Interzona campano. Un enorme plauso va anche agli organizzatori di Monte di Procida che ci hanno accolto con entusiasmo facendoci sentire come a casa. Grazie al Sig. Vito Coppola, referente per l’organizzazione dell’evento, al Presidente Biagio Romeo, all’autista Gennaro, e a tutto il personale dell’Hotel, dimostratosi efficiente e gentile.

E alla nostra mascotte, “Costa”, un cagnolino meticcio che si è presentato in Hotel il giorno del nostro arrivo, e ci ha accompagnato nel cammino dell’Interzona. Ora è adottato dal personale dell’Hotel, e lo andremo a trovare ogni volta che passeremo da quelle parti. Si archivia così anche questa tappa, in una stagione ricca di soddisfazioni, dove la squadra ha lottato alla pari con le migliori formazioni lombarde, in un girone di ferro (ricordiamo che le quattro squadre che poi si sono date battaglia per il titolo regionale provenivano proprio dal raggruppamento in cui era inserita la squadra bresciana), per arrivare all’interzona. Saranno tre le formazioni lombarde ad accedere alle Finali Nazionali di Vasto: Basket Brescia, Milano Tre e Legnano. Bravi ragazzi. Torniamo dalla magnifica trasferta campana con alcune consapevolezze che prima non avevamo. La Squadra ha saputo superarsi. Ha saputo essere Squadra quando serviva. Ha saputo tirare fuori il meglio di sé. Ha saputo dimostrare prima a se stessa e poi agli altri il bene che c’è nel cuore di ognuno.

Ora qualche giorno di pausa e poi si riparte per preparare questa nuova avventura che si svolgerà a Vasto dal 11 al 17 Maggio: cuore, coraggio, attenzione, precisione e spirito di Squadra saranno gli ingredienti che metteranno sul piatto questi ragazzi a tratti commoventi per l’impegno profuso e sicuramente se sapremo ripetere le performances ammirate a Monte di Procidaci faremo rispettare e valere anche a Vasto.

Forza Leonessa. Go.

R.F. – P.Q.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive