Bresciaoggi – Centrale, ecco l’idea Barlos, Aradori il sogno impossibile

15 aprile 2015

Pochi nomi e pochissimo tempo, soprattutto. Il Basket Brescia Leonessa sta verificando cosa il mercato le può offrire: ancora in bilico sul tenere o meno in squadra Roberto Nelson ( i prossimi giorni saranno decisivi), la società di via Bazoli valuta il mercato. Unica possibilità? Pescare un giocatore «europeo» che non sia stato ancora tesserato in Italia in questa stagione. Non ci sono altre possibilità: mercato interno chiuso al 28 febbraio, pertanto neppure giocatori in forza alle squadre di Gold e Silver che non parteciperanno ai playoff possono accasarsi al San Filippo. La scelta migliore possibile? Quella di pescare un americano alla McCalebb, ossia con un passaporto (macedone nel caso dell’ex Mens Sana) europeo. I giocatori che «spostano» sono veramente pochi, i costi comunque alti, e per giustificare un investimento importante servirebbe un «top player».
Ed un nome è balenato nella testa di Matteo Bonetti: Pietro Aradori. L’esterno di Lograto è in forza all’Estudiantes di Madrid, dove pur brillando non ha raggiunto il traguardo dei playoff. Quella di Brescia poteva essere un’opportunità ghiotta, anche per lui, vista la preparazione da svolgere per i prossimi Europei. C’è un però: il contratto che lo lega alla squadra iberica scade il 10 Maggio. Troppo tardi: Brescia può tesserare un eventuale nuovo arrivo al massimo nell’immediata settimana precedente ai playoff. Svanito il colpo alla «Mettaworldpeace» Brescia avrà ancora qualche giorno per sondare il mercato e nel frattempo verificare le condizioni di Roberto Nelson. Che ieri su Facebook ha commentato così il suo infortunio «Non ci voleva, ma tornerò per i playoff: solo vibrazioni positive, non è nulla di grave».
Se lo augurano tutti i tifosi anche perché sarebbe giusto che il gruppo che fino ad oggi ha fatto tanto bene riuscisse ad avere tutti le tessere del mosaico che lo compongono al posto giusto. Anche se, un clamoroso ritorno, potrebbe far sognare i supporters della Leonessa: il campionato greco volge al termine, e Nikos Barlos potrebbe essere il giocatore giusto. Ok, non è una guardia, ma spostando Loschi da 2 e con Brownlee da 3 (un lusso per la categoria) Brescia avrebbe una squadra che a livello fisico nessun altro si potrebbe sognare. Verona inclusa. Intanto dalla Grecia (dove sta disputando il finale di stagione con il Nea Kifisia in A) Barlos fa sapere che a Brescia tornerà sicuramente, da turista però. «Ai playoff non mancherò di certo, in tribuna». E se invece fosse in campo? «Beh, se c’è davvero un interesse nei miei confronti, il mio numero i dirigenti ce l’hanno…».

Alberto Banzola

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive