Bresciaoggi – Centrale ferma un giro e il primato svanisce

15 marzo 2015

In attesa, forzatamente: in una specie di «Monopoli cestistico», la Leonessa dei canestri ha pescato la carta degli imprevisti e ci ha trovato 2 settimane di stop, dovute alla sparizione di Forlì e Veroli. E così niente 20.000 lire, niente passaggio dal via e….primo posto perso. Del resto era francamente non pronosticabile un successo di Napoli a casa della capolista Verona che ieri sera ha festeggiato la conquista della Coppa Italia: senza americani, con il minimo storico di giocatori arruolatali, è già tanto che i partenopei, in un campionato comunque «drogato», riescano a scendere ancora in campo. E così Brescia siede in tribuna e osserva oggi il lunch match del Pala Rubini tra Trieste e Torino: se Verona comunque sarebbe prima a prescindere vista la partita in più da disputare rispetto a Brescia, il 2-0 negli scontri diretti ed un roster che pare quasi imbattibile, Torino ha ancora una possibilità (remota, molto remota) di insediare il secondo posto di Brescia. Anche i piemontesi hanno una partita in più da disputare rispetto alla Leonessa, ma il distacco è sufficiente a far dormire Brownlee e soci tra 2 guanciali. In più oggi a Trieste ci saranno i ragazzi terribili di Eugenio Dalmasson a contendere i 2 punti alla squadra di Luca Bechi: e proprio gli alabardati sono la grande sorpresa, insieme a Brescia di questa stagione. Il coach mestrino, in passato seduto sulle panchine di Montichiari e Lumezzane, sarà spettatore molto interessato della Leonessa: soprattutto perché 3 delle prossime avversarie dei biancazzurri sono interessate a insidiare il piazzamento dei giuliani. «In comune con Brescia abbiamo un pitstop da dover effettuare: Brescia il 29 marzo scenderà in campo ad Agrigento, e sarà una gara tutt’altro che facile, come la nostra odierna: in comune queste 2 sfide hanno il fatto che una delle due squadre viene da un periodo di stop; e ritrovare il ritmo gara non è mai facile». I siciliani inoltre sono in corsa per la settima piazza, occupata in condominio proprio con Trieste. Ed in questi incroci la settima piazza è importante per Andrea Diana: il primo giro di postseason la Leonessa (nel caso di arrivo al secondo posto) lo giocherà proprio con la vincente tra la 7ma di A2 gold e la seconda di Silver (che potrebbe essere la Ferrara di Alberto Martelossi). Ma questi conti Brescia potrà tornare a farli dal 29 marzo qunado potrà finalmente tornare a lanciare i dadi, ed essere protagonista e non spettatrice della propria stagione.

Alberto Banzola

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive