Arriva Veroli al San Filippo

30 gennaio 2014

© Pierpaolo_Romano_2014

Grande impegno per i ragazzi di coach Martelossi che, reduci da un periodo negativo, affrontano una delle più grandi rivelazioni di questa Adecco Gold: il Basket Veroli allenato dal giovane (classe 1982) Marco Ramondino. Una squadra che gioca una pallacanestro spumeggiante, veloce e ad alto ritmo che ha sicuramente spiazzato gli avversari: sin dalle prime giornate di campionato infatti, Veroli staziona nelle zone nobili di classifica e al momento attuale occupa il quarto posto con 22 punti, 4 in più della Leonessa. Un risultato arrivato grazie alla grande compattezza di squadra, che ha fatto suo il motto “tutti sono importanti, ma nessuno è indispensabile”, sopperendo spesso ad alcune mancanze dei singoli con un maggiore impegno del collettivo.

In cabina di regia troviamo un ex compagno di squadra di Robert Fultz ai tempi di Pesaro, Giovanni Tomassini classe ’88, in grado di garantire in 22 minuti di utilizzo medio più di 6 punti, 2 rimbalzi e 2 assist. Al suo fianco uno dei giocatori più atletici dell’Adecco Gold, Jamarr Sanders: con 31.1 minuti di media, il nativo di Chicago è l’uomo più utilizzato per quanto riguarda i verolesi, oltre a quello con la migliore media punti (14, oltre a 5 rimbalzi). Nel ruolo di ala piccola c’è Andrea Casella, classe ’90 dotato di un ottimo tiro da oltre l’arco (ben 9 messe a segno su 11 tentativi tre giornate fa contro Barcellona e 43% in stagione di triple a segno) e in grado di garantire un buon apporto in termini di punti (11.8) e rimbalzi (3.4).

Nel ruolo di ala grande troviamo l’ex Kansas State University Jamar Samuels (12 punti e 6 rimbalzi), importante per presenza e intimidazione nei pressi del ferro oltre che sottovalutato tiratore da oltre l’arco (36% in stagione per lui). Chiude il quintetto titolare l’esperto centro Alessandro Cittadini con quasi 10 punti e 6 rimbalzi di media.

Dalla panchina Morandino può fare affidamento sull’energia portata da Marco Rossi (5 punti di media) e soprattutto sulla pericolosità da oltre l’arco di Brett Blizzard, uno dei migliori tiratori del campionato (42% in stagione e oltre 10 punti di media). Importante anche l’apporto di Giovanni Carenza (5 punti e 3 rimbalzi) e Joshua Giammò (4.4 punti). Chiude le rotazioni Bruno Ondo Mengue.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive