Un’impresa per rimanere in vetta

17 novembre 2013

Roma_37

Per rimanere soli, in alto alla classifica, serve una vera e propria impresa. Serve ripetere ciò che soltanto la Leonessa è riuscita a fare in questi ultimi due anni: espugnare il PalaIlio. E’ infatti dalle finali Playoff per la promozione in Legadue che Trapani non perde una partita in casa e, anche in questo inizio di DNA Gold, il parquet della Lighthouse si è rivelato ostico per chiunque.
A guidare la truppa siciliana è l’esperto Lino Lardo, protagonista da capo allenatore a Milano, Bologna e Roma, giusto per citarne tre. La Lighthouse può contare su un quintetto base di assoluto livello, al quale si affiancano degli innesti di qualità dalla panchina.

Il playmaker titolare l’americano Kelvin Parker, che dopo un lungo vagabondare per l’Europa si è stabilito a Trapani: per lui un grande impatto sin dalle prime partite e ottime statistiche, che dicono 16.6 punti, 5.4 assist e 3 rimbalzi a partita.
Al suo fianco il primo americano della storia di Trapani, un atleta pazzesco che risponde al nome di Robert Lowery: un tuttofare, abilissimo in penetrazione ma che non disdegna il tiro da tre (15.3 punti e 6.4 rimbalzi, oltre a 3 assist).
Nel ruolo di tre troviamo un altro atleta pazzesco, Giancarlo Ferrero, lo scorso anno in forza a Casale Monferrato, che dopo le prime due giornate di campionato, viaggia costantemente in doppia cifra di punti (13.1 punti e 2.3 rimbalzi).

Sotto canestro una coppia di lunghi italiani di assoluto livello: nel ruolo di quattro troviamo l’ex Scafati Patrick Baldassarre, autore di un grandissimo inizio di campionato (14 punti e 8 rimbalzi di media con il 60% al tiro), mentre nel ruolo di cinque c’è l’ex nazionale Andrea Renzi, protagonista finora con 13 punti e 5 rimbalzi.

Dalla panchina è pronta a subentrare l’ala Nelson Rizitiello (4.5 punti), oltre al centro Luca Ianes (3 punti e 5 rimbalzi) e l’ex Trento Stefano Bossi (1.3 punti). Chiudono le rotazioni Lorenz Bartoli e Alessandro Tabbi.

Brescia
Alberto Martelossi (allenatore): “Trapani è una squadra che ad oggi ha un rendimento caratterizzato da alti e bassi e diverso in casa e fuori: al PalaIlio riescono a imporre il loro gioco e il loro ritmo, in trasferta fanno più fatica. Per limitarli e cercare di gestire la gara dovremo riuscire a togliere loro la velocità in campo aperto. Una delle loro fondamentali peculiarità è il fatto di avere un quintetto omogeneo, caratterizzato sì dalla presenza di giocatori di talento, ma soprattutto da uomini che sanno giocare di squadra: questo permette loro di aumentare la loro pericolosità e diffonderla. Sarà un impegno complicato, su un campo difficile e oltretutto siamo consapevoli del fatto che affrontando la capolista, cercheranno di dare quel qualcosa in più”.

Franko Bushati (giocatore): “A Trapani ci aspetta una sfida complicata, giocheremo contro una squadra molto forte che in casa dà il meglio di sé e può contare su un pubblico in grado di trascinarti. Ho un buon ricordo della città di Trapani, la collego a due fasi importanti della mia vita: i sei mesi in cui ci ho giocato (2009) e poi la promozione in Legadue ottenuta con Brescia nella finale proprio contro loro. Il nostro obiettivo rimane la vittoria: due punti ottenuti adesso e contro questa squadra, varrebbero il doppio”.

Trapani
Lino Lardo (allenatore): “Sarà una gara molto complicata, contro la squadra che è in testa da sola alla classifica. Un dato che da solo significa quanto rispetto meriti Brescia per il lavoro che fin qui ha svolto. Noi in casa ci sentiamo più sicuri e contiamo molto sull’appoggio del nostro pubblico. Per provare a battere Brescia ci sarà bisogno della partita quasi perfetta. Dico quasi perché la partita perfetta non esiste: ma questa è davvero una grande avversaria”.

Kelvin Parker (giocatore): “Mi hanno già detto che Brescia è stata l’ultima squadra che ha vinto al Palailio, ormai più di due anni fa. La storia è storia e non ha senso guardare indietro. So che Brescia è prima, che è una squadra completa e che dovremo farci trovare pronti per sfidare un’avversaria molto difficile da battere, tra le più forti di questo campionato”.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive