7DAYS EuroCup, le avversarie della Leonessa: Morabanc Andorra

14 agosto 2018

‘Nella botte piccola c’è il vino buono’, firmato Morabanc Andorra. Del resto, quando si parla di basket nel piccolo Stato dei Pirenei, si tende a pensare in grande a discapito della contenuta espansione territoriale. Andorra, infatti, ha una popolazione di soli 85.000 abitanti ed è un microstato arroccato sui Pirenei orientali e incastonato fra la Spagna e la Francia. Eppure, qui negli ultimi anni è stata scoperta una nuova eccellenza cittadina: la propria squadra di basket.

Conquistato il diritto di giocare nelle serie nazionali spagnole a partire dalla stagione 1981-1982, il Bàsquet Club Andorra ha ottenuto la promozione in Liga ACB nel 2014 e da allora di anno in anno si sta ponendo obiettivi sempre più alti a cui tendere. Quella terminata a giugno è stata la miglior stagione nella giovane storia del club: un po’ spiazzata dall’esordio assoluto europeo in EuroCup (è stata eliminata al termine della regular season con un bilancio di 3 successi e 7 sconfitte), una volta uscita dalla competizione internazionale Andorra ha ingranato la marcia giusta nel campionato domestico, chiudendo la regular season al sesto posto dopo un reboante girone di ritorno costellato da 11 vittorie in 17 partite.

La cavalcata si è poi interrotta al primo turno dei playoff contro la corazzata Barcelona ma ciò non toglie che la stagione appena trascorsa meriti di essere incorniciata. Adagiarsi sugli allori non rientra però nelle prerogative dello spirito basco: ecco perché l’obiettivo principale di questa nuova stagione è quello di migliorare il già ottimo risultato dello scorso anno, cercando di ottenere qualche vittoria in più in EuroCup e provando a centrare nuovamente i playoff della Liga ACB.

IL ROSTER

Un roster nuovo di zecca, con un’estate fatta di tantissimi cambi in squadra rispetto alla passata stagione, sia in campo che in panchina. Salutati i due protagonisti principali Jaka Blazic e Jaime Fernandez (insieme combinavano 26.8 punti di media a partita), il reparto esterni è stato totalmente rinnovato su indicazione del nuovo coach Ibon Navarro con la firma dei play Rafa Luz, Dylan Ennis e, soprattutto, di Michele Vitali, che a Brescia non ha certo bisogno di presentazioni e che il destino ha voluto incontrasse subito la sua ex squadra. Fra le riconferme, spiccano soprattutto quella dei due centri Oliver Stevic e Moussa Diagne, senegalese classe 1994 di 2.11, che è stato blindato da Andorra con un biennale. Completano il reparto lunghi altri due volti nuovi: Shayne Whittington e, soprattutto, Reggie Upshaw Jr.

IL COACH

A una squadra con idee grandi in testa serviva un coach dinamico e con tanta voglia di affermarsi: ecco perché la scelta di Andorra è ricaduta su Ibon Navarro. Coach basco con una laurea in chimica nel cassetto, Navarro ha sempre preferito la lavagnetta per disegnare gli schemi rispetto alla tavola periodica degli elementi. Ha legato la sua carriera soprattutto al Baskonia, con il quale ha vinto due titoli spagnoli in qualità di assistente allenatore prima di diventarne head coach nel 2014 dopo le dimissioni di Sergio Scariolo prima e Marco Crespi poi. Lasciata Vitoria nel 2015 dopo 15 anni di onorato servizio e un documentario a lui dedicato, Navarro si è accasato prima al Manresa e poi a Murcia, dove nella scorsa stagione ha centrato le Final 4 di Basketball Champions League perdendo in semifinale contro i futuri campioni dell’AEK Atene e consolandosi con la vittoria nella ‘finalina’ per il terzo posto contro i tedeschi del Ludwigsburg.

SOTTO LA LENTE

Morabanc Andorra ha diversi giocatori interessanti nel proprio roster e altrettanto interessante sarà vedere a chi sarà assegnato il ruolo di leader dopo che i due principali realizzatori della passata stagione hanno cambiato casacca. Un candidato plausibile potrebbe essere Reggie Upshaw Jr da Chattanooga, Tennessee. Ala forte di 203 cm, Upshaw Jr è reduce da una stagione a Tubinga in Bundesliga, dove i suoi 14.4 punti e 6.7 rimbalzi di media a partita non hanno evitato la retrocessione della squadra in ProA. Scalato di una posizione con il passaggio nei professionisti (durante gli anni del college a Middle Tennesseee State giocava centro), lo statunitense è migliorato tantissimo nel tiro sugli scarichi e nella capacità di aprire il campo senza per forza chiudersi in post basso. Una qualità che potrebbe declinarsi al meglio con le doti di tiratore di Michele Vitali, con il quale dovrebbe formare una discreta coppia realizzativa.

L’ARENA

La Poliesportiu d’Andorra è destinata a ospitare la prima gara esterna della storia europea della Germani Brescia Leonessa. Arena polifunzionale comunemente nota come ‘palasport del governo’, è stata ampliata nel 2014 per rispondere all’esigenza di disputare la massima serie spagnola, che prevede impianti con una capienza minima di 5.000 posti. Sugli spalti, è possibile scorgere saltuariamente Joaquim ‘Purito’ Rodriguez, ex ciclista spagnolo fra i tifosi più illustri del club pirenaico.


ANDATA: MERCOLEDÌ 10 OTTOBRE ALLE ORE 20.00 @ POLIESPORTIU D’ANDORRA
RITORNO: MERCOLEDÌ 14 NOVEMBRE ALLE ORE 20.30 @ PALALEONESSA


ULTIMO AGGIORNAMENTO | MARTEDÌ 14 AGOSTO 2018

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive