Con le unghie e con i denti: Brescia concede il bis anche al PalaGeorge

14 maggio 2018

L’esempio di capitan Moss, il cuore di Sacchetti e Ortner, la lucidità di Luca Vitali, l’energia di Michele e il canestro decisivo di Landry: c’è tutto questo nella vittoria della Germani, che conquista il punto del 2-0 nella serie dei quarti di finale con l’Openjobmetis Varese al termine di una gara di grande sofferenza, fatta propria grazie a un canestro dalla media dell’ala di Milwaukee a 7″ dalla sirena finale. E quando il tiro di Okoye si spegne sui ferri del PalaGeorge, il pubblico bresciano, accorso numeroso sulle tribune di Montichiari, può sfogare tutta la sua gioia per la vittoria in un match davvero complicato.

Nonostante una sontuosa partita da parte degli avversari, che però trovano punti e sostanza solo dal quintetto titolare (68 punti a fronte dei 7 dei giocatori usciti dalla panchina), Brescia mantiene inviolato il proprio parquet e guarda con fiducia a Gara 3, che si disputerà mercoledì sera a palasport invertiti. Come in Gara 1, la Leonessa soffre in partenza ma, a differenza di quanto accaduto a Verona, rimette in piedi la partita già a fine secondo quarto, chiuso con sole tre lunghezze da recuperare.

Questa volta, però, Varese non si scompone e continua a macinare il suo gioco, continuando a mettere in difficoltà Brescia grazie a un Avramovic tornato incontenibile. Brescia trova poco dai suoi lunghi, a cominciare da Hunt (Moore in tribuna per lasciargli spazio) e va più volte in difficoltà. Quando però gli spettri di una sconfitta iniziano ad affacciarsi minacciosamente sul PalaGeorge, ecco comparire sulla scena un David Moss monumentale, che segna 11 dei suoi 17 punti negli ultimi 10′, suonando la carica ai compagni. Un esempio che Luca Vitali (tripla fondamentale negli ultimi 2′ di gara), Landry (autore del tiro in sospensione della vittoria) e i loro compagni seguono fino alla vittoria, sudata ma meritata. Ora l’appuntamento è per mercoledì sera al PalA2A di Masnago, dove la Germani cercherà di chiudere una serie bella e combattuta, nella quale ora serve un ultimo e decisivo guizzo.

ANDREA DIANA – “Abbiamo vinto una partita complicata, nella quale bisogna dare merito alla grande prestazione di Varese. I playoff sono un altro sport rispetto alla regular season, i contatti aumentano: dovremo porre maggiore attenzione e prepararci ad attaccare di più senza subire la pressione degli avversari. Siamo comunque rimasti sempre dentro la partita, anche quando siamo andati sotto nel punteggio, dando una dimostrazione di forza interiore e di mentalità di squadra. Nei playoff l’importante è vincere a tutti i costi, senza soffermarsi al modo in cui lo si fa.

Andremo a Varese, dove ci aspetta un clima infuocato. Dovremo dare una dimostrazione di forza mentale, la squadra dovrà farsi trovare pronta a livello di concentrazione, durezza e sana follia. Ecco, dovremo avere il coraggio di osare e rischiare più di quanto abbiamo fatto stasera, proprio come ha fatto bene Varese. Essere più spavaldi è il passo per poter fare il salto di qualità”

GERMANI BASKET BRESCIA-OPENJOBMETIS VARESE 77-75 (14-22, 37-40, 53-60)
Germani Basket Brescia: Hunt (0/1), Mastellari ne, L. Vitali 10 (1/2, 2/5), Landry 15 (3/5, 2/6), Ortner 8 (3/7), Cotton 2 (1/1, 0/3), Fall ne, Traini, M. Vitali 14 (2/5, 2/6), Moss 17 (2/4, 3/5), Sacchetti 11 (0/1, 2/4). All: Diana
Openjobmetis Varese: Avramovic 20 (4/9, 2/6), Bergamaschi ne, Natali, Vene 18 (4/5, 2/7), Okoye 10 (4/5, 0/6), Seck ne, Tambone (0/1, 0/4), Cain 11 (5/7), Delas 4 (2/2), Ferrero 3 (0/1, 1/2), Dimsa (0/1), Larsen 9 (3/5, 1/3). All: Caja
Arbitri: Sahin, Bartoli e Weidmann
Note: Tiri da 2: Brescia 12/26 (46%), Varese 22/36 (61%) – Tiri da 3: Brescia 11/29 (38%), Varese 6/28 (21%) – Tiri liberi: Brescia 20/26 (77%), Varese 13/19 (68%) – Rimbalzi: Brescia 27 (19 RD, 8 RO), Varese 31 (22 RD, 9 RO)

RILEGGI QUI LA DIRETTA TESTUALE DELLA PARTITA

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive