L&L Awards, prima edizione: la Leonessa premia i giovani sportivi più meritevoli

1 luglio 2017

Si è svolta ieri pomeriggio presso il Polivalente di via Collebeato la Prima Edizione degli L&L Awards, l’evento che ha chiuso la stagione del settore giovanile del Basket Brescia Leonessa, con la premiazione dei giovani sportivi che sono stati più meritevoli durante l’anno scolastico 2016-2017.

Grazie all’intervento di L&L Srl, che a partire dalla prossima stagione sarà Top Sponsor della prima squadra e Title Sponsor di tutto il settore giovanile, erano state messe a disposizione quattro borse di studio destinate ai giovani atleti della Leonessa capaci di mettersi in mostra sui banchi di scuola e sul campo da gioco.

Le premiazioni sono avvenute alla presenza di Graziella Bragaglio, presidente del Basket Brescia Leonessa, del General Manager Sandro Santoro, del Direttore dell’Area Marketing e Comunicazione Nicola Tolomei, del Responsabile del Settore Giovanile Matteo De Maio, di Anna Lazzari, CEO della L&L Srl, e di due ospiti d’eccezione: David Moss, capitano della Germani Basket Brescia e Dino Meneghin, Vicepresidente di FIBA Europe e Presidente onorario della Federbasket.

“Per la prima volta nella storia del Basket Brescia Leonessa chiudiamo una stagione con delle sorprese, con dei regali – le parole del Presidente Graziella Bragaglio -. Dopo aver visto i voti delle pagelle e l’altissima media, mi complimento con tutti i ragazzi, perché non è sempre facile far coincidere il risultato scolastico con quello sportivo. Complimenti ai ragazzi e ai loro genitori, che li hanno accompagnati e gli hanno permesso di ottenere questo risultato. Per me è un grande onore di essere presidente di un gruppo di ragazzi che, oltre a giocare e a divertirsi in campo, si impegnano nello studio con grande profitto”.

“Questa manifestazione è frutto del grande lavoro fatto dalla società, dai dirigenti e collaboratori, dagli sponsor e, soprattutto, dai genitori – il pensiero di Dino Meneghin, ospite d’onore della manifestazione -. Oggi non è facile prendere i figli e portarli in palestra, senza il prezioso contributo dei propri genitori questi ragazzi non potrebbero vivere queste emozioni incredibili. Loro ora sono davanti a una splendida carriera sportiva, che non vuol dire diventare campioni in Serie A: vuol dire vivere un’esperienza che possa farli crescere come persone. Lo sport, il basket in particolare, insegna questo: a essere forti, preparati, a vivere tutti i giorni grandi emozioni in palestra.

Per giocare a basket ci vogliono tre cose: le gambe, nel senso che bisogna essere pronti fisicamente. La testa, perché è necessario stare attenti a quello che dicono gli allenatori e provare ad applicarlo in campo. E infine il cuore, che vuol dire metterci passione e dedizione per sfruttare il proprio talento. C’è tempo per studiare, per la famiglia, per gli amici e per divertirsi. E poi c’è il tempo per il basket: nella pallacanestro non ci sono scorciatoie, se si vuole diventare campioni bisogna allenarsi tantissimo. A tutti voi ragazzi auguro il meglio: allenatevi e vivete questi momenti bellissimi della vostra vita di sport giovanile che vi faranno diventare grandi”.

“Complimenti a tutti per i risultati raggiunti – le parole di Sandro Santoro, General Manager del Basket Brescia Leonessa -. Come società stiamo cercando di capire che cosa possiamo fare per crescere sempre di più. Giorno dopo giorno cerchiamo di capitalizzare la grande passione dei nostri ragazzi e questo porta a questi grandi risultati. Faccio i miei grandi e affettuosi complimenti ai vincitori: il premio di ogni singolo atleta è un grande elemento di soddisfazione per tutti, perché tutti hanno lavorato affinché potessero raggiungere quel traguardo. Questo è il concetto di squadra che noi cerchiamo di sviluppare giorno dopo giorno ed è quello che fa la differenza tra vincere una singola partita e vincere molto, molto di più”.

Questi i nomi dei vincitori: Pierferdinando Fend (1° classificato Scuole Medie Inferiori), Francesco Agosta (2° classificato Scuole Medie Inferiori), Alessandro Naoni (1° classificato Scuole Medie Superiori, che avrà la possibilità di trascorrere una settimana nel campus universitario di Syracuse, negli Stati Uniti), Mirko Rotini (2° classificato Scuole Medie Superiori). Una menzione speciale è andata a Giovanni Brescianini, membro della squadra Under 13 Aifos, che nelle ultime due stagioni non ha saltato neanche un allenamento.

Nel corso della manifestazione sono stati premiati anche alcuni giocatori del settore giovanile del Basket Brescia Leonessa che nel corso della stagione hanno meritato la convocazione in Nazionale, ciascuno nella categoria di appartenenza: Alessio Bolis, convocato per il raduno della Nazionale Under 20, Nicola Bellandi, convocato per il raduno della Nazionale Under 18, Alessandro Naoni e Francesco Rodella, entrambi convocati per il raduno di Avviamento Tecnico Federale della Nazionale Under 14.

Infine, sono stati premiati anche i giocatori e i membri dello staff tecnico della squadra Under 16 L&L Eccellenza, che hanno centrato la qualificazione al Torneo Interzona che si è disputato a Rieti dal 19 al 21 maggio scorso, e i giovanissimi giocatori e lo staff tecnico degli ‘Aquilotti’ che hanno partecipato alla International Eastercup Moabit di Berlino, vincendo la medaglia d’oro nel torneo Under 11 e la medaglia di bronzo nel torneo Under 13.

LA GALLERY FOTOGRAFICA DEGLI L&L AWARDS

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive