La Leonessa Brescia in trasferta a Torino per inziare l’anno con i botti

1 gennaio 2017

La Germani Basket Brescia inizia il 2017 con la trasferta sul difficile campo della Fiat Torino, una squadra ambiziosa che sul proprio campo ha perso solo contro le prime due della graduatoria (Milano e Venezia), togliendosi la soddisfazione di battere team quotati come Reggio Emilia e Caserta. Se la sconfitta casalinga contro Trento ha ridotto al lumicino le speranze della Leonessa di partecipare alla Final Eight di Coppa Italia, con 12 punti in classifica (due in più di Brescia) il quintetto di Frank Vitucci è pienamente in corsa per disputare l’evento di Rimini. Molti dei destini dei piemontesi, però, passeranno dalla gara del PalaRuffini, nella quale Brescia avrà il piacere di ritrovare Mirza Alibegovic, uno degli artefici della storica promozione in Serie A.

GLI AVVERSARI – Conquistata la salvezza al fotofinish al termine della scorsa stagione, l’Auxilium Cus Torino sta mettendo in piedi un progetto ambizioso, certificato da uno sponsor munifico e prestigioso come Fiat. Dimenticati i patemi di qualche mese fa, dunque, i gialloblu quest’anno sono destinati a lottare per un posto nei playoff, che renderebbe ancora più interessante il rilancio della pallacanestro in una piazza storica come Torino.

Anche per questo sotto la Mole hanno puntato su giocatori di grande talento ed esperienza, creando un mix che per il momento si sta dimostrando efficace. Innanzitutto, la dirigenza piemontese ha puntato su giocatori che conoscono molto bene la Serie A, da Peppe Poeta a Valerio Mazzola, da Chris Wright (a Pesaro e Varese nelle ultime due stagioni) a Deron Washington, uno dei protagonisti della scorsa splendida stagione della Vanoli Cremona.

Accanto a questi trovano posto giocatori molto efficaci, da Tyler Harvey (9.4 punti di media) a Jamil Wilson e Abdel Fall, con l’aggiunta dell’ex bresciano Mirza Alibegovic, che alla causa garantisce grande energia e 9 preziosi punti a gara. Il vero colpo della Fiat, comunque, è stata la conferma di DJ White, un giocatore che sta dominando nelle statistiche dell’intero campionato: 18.3 punti (57.9% da due e 53% da tre), 8.2 rimbalzi e una valutazione media a partita di 22.2. A completare il roster Davide Parente, che a 33 anni si è appena tolto lo sfizio di segnare i primi punti in Serie A, e i giovani Okeke, Vitale e Crespi.

roster-torino-brescia

LE PAROLE DI ANDREA DIANA – “Torino è una squadra dal grande potenziale offensivo, che riesce a esaltarsi tra le mura amiche. In casa segna 86.7 punti per partita, con DJ White che si eleva dal resto della squadra con i 19 punti e 9 rimbalzi di media a partita. Il primo obiettivo difensivo sarà quello di contenere l’energia dei nostri avversari, impedendo a Washington, Wright e Harvey di punirci in contropiede, una delle loro migliori qualità. Tanto dipenderà dalla qualità dei nostri attacchi, in particolar modo dalla scelta dei tiri e dalla fluidità con cui muoveremo la palla. Gli aspetti da migliorare rispetto alla partita con Trento sono due: la circolazione di palla in attacco e la capacità di tenere l’uno contro uno partendo dalla transizione difensiva, fino al gioco a metà campo. Andiamo a Torino sapendo che incontreremo una squadra molto tosta ma consapevoli che ce la possiamo giocare fino in fondo. Sicuramente sarà un piacere rivedere Mirza (Alibegovic, ndr), un ragazzo che nelle due stagioni a Brescia è cresciuto tanto e che si merita i risultati che sta ottenendo”.

I PRECEDENTI – Torino e Brescia si sono affrontate ben 29 volte in Serie A, con 19 successi a favore dei piemontesi e 10 vittorie appannaggio dei lombardi. Per quanto riguarda le 15 gare disputate a Torino, la squadra di casa l’ha spuntata in 12 circostanze, lasciando semaforo verde agli ospiti solo in 3 cirostanze. Tra le sfide recenti tra i due club è d’obbligo citare le partite della semifinale playoff della A2 del 2015 tra la Centrale del Latte e la Manital. Brescia iniziò la serie con il piede giusto (78-73 davanti al proprio pubblico al termine di un’esaltante rimonta) ma in gara 2 fu sorpresa al San Filippo dai piemontesi (74-85), che ebbero la forza di chiudere i giochi di fronte al proprio pubblico vincendo gara 3 (89-68) e gara 4, chiusa con il punteggio di 91-86 dopo un tempo supplementare.

EX – Gli ex di giornata sono due, uno per ciascuna delle squadre in campo: nelle fila dell’Auxilium Torino gioca Mirza Alibegovic, che ha vestito la maglia della Leonessa per due stagioni, dando un deciso contributo (11 punti di media a partita) alla promozione in Serie A di Brescia. A disposizione di coach Andrea Diana, invece, ci sarà Davide Bruttini, che ha indossato la maglia di Torino nei primi sei mesi del 2015, aiutando la società piemontese a centrare la promozione nella massima serie.

GLI ARBITRI – Fiat Torino-Germani Basket Brescia sarà arbitrata da Saverio Lanzarini, Alessandro Vicino e Mark Bartoli.

INFO E MEDIA – Fiat Torino-Germani Basket Brescia si gioca lunedì 2 gennaio alle ore 20.45 al PalaRuffini di Torino (Viale Burdin, 10). La telecronaca integrale del match andrà in onda su Sky Sport 2 (ch. 202 della piattaforma Sky), la radiocronaca integrale del match sarà sulle frequenze di Radio Bresciasette (94.800 e 95.100 FM nella zona di Brescia) e in streaming sul sito www.radiobresciasette.it. La replica integrale della partita verrà trasmessa martedì 3 gennaio alle ore 21.10 su Teletutto 2 (ch. 87 del digitale terrestre) e mercoledì 4 gennaio alle ore 23.30 su Teletutto (ch. 12).

germani-brescia

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive