Brescia sfida Avellino: “Una tappa importante per la nostra crescita”

28 ottobre 2016

“Ad Avellino ci aspetta una gara difficile, andiamo lì con grande carica e con la voglia di mostrare ulteriori passi di crescita”. È questo il messaggio emerso nel corso della conferenza stampa di presentazione del match della quinta giornata di campionato che la Leonessa Brescia disputerà sul campo della Sidigas Avellino, in programma domenica prossima alle ore 18.15.

La conferenza si è svolta presso la sede di Mail Boxes Etc., che nella stagione 2016-2017 ricopre il ruolo di Main Sponsor della Leonessa, alla presenza del presidente Graziella Bragaglio, del coach Andea Diana, del playmaker Luca Vitali e di Luca Vicinelli, ex giocatore del Basket Brescia e oggi solution manager della sede bresciana della prestigiosa azienda di spedizioni.

“Siamo pronti ad affrontare la difficile trasferta di Avellino, dove andiamo per giocare la nostra partita con grande carica – le parole di Graziella Bragaglio -. La Scandone è una società che è in Serie A da tantissimo tempo e ha grandi ambizioni ma noi vogliamo centrare il nostro risultato almeno dal punto di vista dell’impegno”.

“Anche ad Avellino avremo modo di mostrare il nostro entusiasmo, lo stesso che abbiamo visto al PalaGeorge contro Milano domenica scorsa – conclude il presidente della Leonessa -. La squadra ha bisogno che il palasport sia sempre caldo e straripante, quando affrontiamo Milano tanto quanto quando giochiamo con Capo d’Orlando o con le altre squadre del campionato. Il nostro pubblico dimostra di essere affezionato alla squadra e noi vorremmo che lo spettacolo di domenica scorsa si potesse ripetere sempre, in attesa di poter finalmente contare sulla nostra casa nella nostra città: ogni occasione è utile per ricordare questo passaggio, che è fondamentale anche per risolvere le difficoltà gestionali di questo momento storico”.

“Avellino è una squadra allestita per competere con i top club del campionato, che partecipa anche alla FIBA Champions League e alza il proprio rendimento nelle gare casalinghe – spiega Andrea Diana nel presentare la sfida di domenica prossima -. È una squadra da affrontare con decisione, aggressività, con grande rispetto ma anche con voglia di giocare con grande energia. Dobbiamo aumentare la nostra durezza mentale nell’arco dei 40′ e avere continuità per tutta la partita”.

“Siamo usciti sconfitti con Milano da una partita in cui però ci sono tanti aspetti positivi, tutti utili per non abbassare il nostro livello di entusiasmo – conclude il coach della Leonessa -. Affrontiamo un’altra squadra importante, vogliamo continuare il nostro processo di crescita e uscire dal campo sapendo di aver dato il massimo. Fesenko e Ragland? La forza di un sistema difensivo di una squadra non va rapportata all’uno contro uno: la responsabilità di limitare due giocatori così forti non può essere solo di chi è chiamato a marcarli, ma di tutta la squadra”.

“Il mercato? A oggi non ci sono novità – conclude Diana -. L’idea di intervenire sul mercato è legata al fatto che aumentare il numero di giocatori a disposizione è utile per alzare il livello di intensità in campo, anche negli allenamenti. La società si è sempre detta pronta a intervenire qualora si presentasse l’occasione di inserire un giocatore in più per alzare la qualità dei nostri allenamenti e, di conseguenza, quella delle nostre partite”.

“Veniamo da una settimana di ottimi allenamenti, che abbiamo affrontato con grande concentrazione e intensità – afferma Luca Vitali -. Avellino ha mantenuto gran parte dell’organico che aveva lo scorso anno e gioca per i piani alti della classifica: noi dobbiamo pensare a crescere e migliorare, alzando il nostro rendimento per tutti i 40′ di gioco”.

“Il rapporto con Cusin? Marco è un amico, ma soprattutto è un giocatore di alto livello – prosegue il playmaker emiliano parlando del centro della Scandone -. Per valutarlo non contano i numeri, ma la qualità di tutto ciò che fa in campo, dai blocchi agli aiuti in difesa, e l’intensità che mette in ogni cosa che fa sul parquet. Sono queste le caratteristiche che lo hanno reso un giocatore speciale e apprezzato da tutti”.

“Per me è un piacere stare accanto alla Leonessa, che mi dà modo di continuare a vivere da vicino il mondo della pallacanestro che ho avuto modo di vivere per tanti anni – spiega Luca Vicinelli, solution manager della sede bresciana di Mbe ed ex giocatore del Basket Brescia, con 90 disputate tra il 1987 e il 1990 -. Siamo contenti di poter dare una mano alla società che ha riportato Brescia in Serie A, vogliamo continuare a essere presenti per proseguire questa avventura insieme”. “Mail Boxes Etc. per noi è un partner importante – conclude Graziella Bragaglio – e personalmente ringrazio Luca Vicinelli: averlo vicino per noi è davvero molto importante”.

conferenza-mail-boxes

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive