Coach Diana: “Complimenti a Tortona, ai miei ragazzi e a un pubblico meraviglioso”

26 maggio 2016

20160423_BBL_vs_Ferrara

La Leonessa vola in semifinale, grazie alla vittoria 97-72 contro Tortona in Gara 5! Nella sala stampa del PalaRadi coach Demis Cavina saluta commosso giornalisti e tifosi al termine di una stagione fantastica, mentre per coach Andrea Diana e Mirza Alibegovic non è ancora tempo di dire arrivederci, ma di analizzare i segreti di una bellissima e meritata vittoria.

“Innanzitutto i doverosi complimenti a Demis e tutta Tortona per una stagione sopra le righe – le parole di Diana -: per chi viene con me dal settore giovanile è un piacere vedere una squadra con così tanti giovani arrivare fino a questo punto della stagione dando il 100% in una serie di Quarti di finale che si conclude a Gara 5. Ma i complimenti vanno anche al nostro pubblico, che ha risposto all’appello di riempire il PalaRadi, creando una atmosfera davvero incredibile e dandoci una spinta incredibile. E infine i complimenti ai miei ragazzi: ci eravamo ripromessi di partire forte, approcciando il match con grande aggressività e intensità. Noi non possiamo permetterci di aspettare le partite, dobbiamo aggredirle fin dalla palla a due, senza concedere nulla gli avversari, cui non abbiamo dato la fiducia di Gara 3 e 4. Poi il match è venuto da se: perché se non dai ritmo a chi ti sta di fronte riesci a fare bene in difesa e prendi carica per fare altrettanto bene in attacco. E qui abbiamo talento, complicità, alchimia, e quando ci passiamo la palla riusciamo a creare ottime situazioni di tiro. Un plauso ai ragazzi quindi per come hanno interpretato la gara. Vittoria di squadra? Sì, anche se abbiamo sempre cercato di giocare insieme: la differenza è che stasera abbiamo fatto canestro da fuori quando la palla usciva per i raddoppi su Moss, mentre in Gara 3 e 4 no. Scafati? Affrontiamo una delle squadre più forti del campionato, costruita per vincere, con due americani molto forti e che ha vinto la Coppa Italia: ma intanto c’è bisogno di resettare tutto quello che è successo contro Tortona, partendo dal concetto che saremo 0-0 e che non avremo il fattore campo. Ma una volta recuperate le energie, vogliamo dire la nostra e giocarcela a viso aperto per dire la nostra in questa serie”.

“Serata perfetta quella di stasera – le parole di Alibegovic -, ma la cosa più importante è che siamo scesi in campo con una grande mentalità difensiva. Tutti abbiamo davvero prima pensato ad aiutarci per difendere forte, per poi trovare carica e fiducia in attacco, dove abbiamo cercato anche lì magari il passaggio in più per favorire il compagno. Oggi si è visto un grande spirito di squadra. I miei punti? Come dite voi, mi sono preso il primo tiro dopo 18 minuti..ho aspettato la gara, perché avevo compiti difensivi prima di tutto. Poi quando sono arrivati i tiri aperti me li sono presi e sono felice siano entrati. Stanchezza? Adesso è più una cosa di testa che di fisico: vero che abbiamo giocato più di Scafati, ma a questo punto della stagione conta poco. Ripartiamo da zero e inseguiamo il nostro sogno!”

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive