Coach Diana: “Gara vera per tre quarti, poi abbiamo cambiato marcia”

24 aprile 2016

Un match vero, combattuto, intenso per tre quarti, poi la Leonessa ha alzato l’intensità difensiva e ha portato a casa una vittoria bella e convincente contro Ferrara, conquistando al tempo stesso il secondo posto in classifica. Ecco le sensazioni a caldo di coach Andrea Diana e Davide Bruttini nella sala stampa del San Filippo.

“Come avevo detto venerdì, sapevamo che Ferrara non sarebbe venuta qua a fare brutte figure. Noi siamo scesi in campo un po’ soft, anche per merito dei nostri avversari, che muovevano bene la palla e trovavano buoni tiri. Noi non abbiamo messo la solita pressione difensiva e sicuramente quando non aggredisci vai un po’ in difficoltà. Poi però siamo stati bravi a reagire e a prendere in mano le redini dell’incontro, a mettere pressione sui nostri avversari, aspettando il momento giusto per ammazzare il match. Nella seconda parte della gara siamo cresciuti e ho visto buone cose, soprattutto perché abbiamo ricominciato a passarci la palla e a coinvolgerci l’un con l’altro. Abbiamo qualità tecniche importanti per costruirci tiri aperti e questa deve essere la nostra chiave da inizio playoff: la voglia di passarsi la palla e di giocare di squadra, diventando un blocco unico, perché soprattutto nella post season le squadre di spessore fanno questo salto di qualità. Trapani? Saranno sicuramente contenti i nostri tifosi: per noi non cambia molto e non lo dico per retorica, ma perché ci sono squadre di qualità e il livello anche nell’altro girone è sempre stato molto equilibrato, quindi credo che qualsiasi squadra possa eliminare l’altra. Lavoriamo piuttosto su di noi, sul nostro aspetto mentale e sul voler essere pronti lunedì prossimo: anche da questo punto di vista dovremo essere un blocco unico con i nostri tifosi, che dovranno darci una spinta incredibile riempiendo in ogni angolo di posto il San Filippo. Diamo un segnale che Brescia c’è”.

“Questa sera doppia soddisfazione – le parole di Bruttini – ma credo che per il campionato che abbiamo fatto ci meritiamo questo importante piazzamento. Bella vittoria contro Ferrara, non era facile perché loro giocavano senza pressioni ma ci tenevano a fare bella figura. All’inizio eravamo poco concentrati, poco lucidi, poi abbiamo cambiato registro: ci serva da lezione per i playoff, dove si ricomincia da zero e non puoi permetterti di entrare in campo senza la giusta concentrazione. Trapani? Come ha detto il coach una squadra vale l’altra: abbiamo già la testa a lunedì prossimo e non vediamo l’ora di cominciare, anche perché siamo in un ottimo momento di forma, sia fisica che mentale”.

IMG_4989

 

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive