Coach Diana: “Avanti così! Bella prova di carattere in un San Filippo fantastico”

11 aprile 2016

La Leonessa conquista un’altra vittoria importante in ottica playoff sconfiggendo Treviglio 76-63. Queste le dichiarazioni a caldo di coach Andrea Diana e Franko Bushati, uno dei protagonisti della vittoria.

“Sono davvero molto soddisfatto per questo secondo successo consecutivo – ha esordito Diana -, anche perchè è arrivato grazie a una prestazione difensiva importante da parte dei miei giocatori ed è maturato in un ambiente fantastico: anche oggi il San Filippo ci ha dato una grande mano, con una bellissima coreografia iniziale e un sostegno incessante durante tutta la partita. Abbiamo concesso poco a una squadra che gioca molto bene insieme e che riesce spesso a farti giocare male per l’aggressività e l’intensità che mette in campo. Tornando a noi, sono contento soprattutto per la voglia di sacrificarsi che hanno dimostrato i miei ragazzi, facendo attenzione a non commettere errori su quello che avevamo preparato in settimana. Siamo stati bravi a controbattere, anche di fronte alle loro continue rimonte: in attacco cinque giocatori in doppia cifra sono un ottimo segnale per il nostro gioco di squadra, per il giocare insieme, il cercarsi e passarsi la palla. Ovviamente c’è ancora da lavorare per sistemare quanto, invece, non è andato per il verso giusto: come ad esempio quando eravamo a +14 e abbiamo smesso di giocare, perdendo fluidità e concedendo a Treviglio di rientrare fino al meno due: dobbiamo quindi imparare che quando le altre squadre alzano la pressione difensiva, è il momento di attaccare con ancora maggior velocità, senza dare punti di riferimento e facendo circolare la palla con ancora maggior precisione. Juan? Oggi non ha giocato perché dopo una settimana di lavoro a parte in cui ha dimostrato alcuni miglioramenti, abbiamo preferito non rischiarlo. Ci auguriamo che da questa settimana possa rientrare con il gruppo ed essere pronto per i playoff. Marco Passera? Credo stia raggiungendo un livello di gioco altissimo, forse il più alto da quando è qui a Brescia e sarà un valore aggiunto quando Juan rientrerà in gruppo. Cosa è cambiato in queste settimane? Sì, effettivamente sembriamo un’altra squadra, io per primo. Nelle scorse settimane ho parlato con i ragazzi e mi sono preso la responsabilità del periodo di flessione che abbiamo avuto tra gennaio e febbraio: il lutto che mi ha colpito mi ha ferito profondamente e mi ha tolto quel fuoco che riuscivo a trasmettere alla squadra, che forse si è sentita un po’ disorientata. Ma ai ragazzi ho anche detto che sentivo di aver superato quei momenti difficili e di essere di nuovo pronto a lottare fino alla fine di ogni partita con loro, trasmettendo carica e voglia di vincere”.

“Sono contento per quello che sono riuscito a dare alla squadra stasera – le parole di Franko Bushati -, ma credo di aver sempre dato il massimo per aiutare Brescia a vincere più partite possibili. Una volta con i canestri, una volta con i rimbalzi o la difesa, l’importante è essere in campo e cercare di aiutare la squadra. Oggi ad esempio il coach mi ha chiesto di fare il play per far rifiatare Marco e ho provato a fare del mio meglio in un ruolo molto delicato e importante. Una Leonessa diversa? Abbiamo ritrovato fiducia: fino a qualche settimana fa quando subivamo una rimonta andavamo in crisi, adesso restiamo concentrati e siamo tornati a essere sicuri di noi stessi. Oggi dovevamo vincere, lo sapevamo, e siamo contenti di esserci riusciti”.

20160410_BBL_vs_Treviglio

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive