Coach Diana: “Risposte importanti dalla squadra: ora testa a Mantova”

14 marzo 2016

IMG_1128Dopo due sconfitte tra campionato e Coppa Italia, la Leonessa rialza la testa e ferma Trieste al San Filippo. Nelle parole di coach Andrea Diana e Juan Fernandez tutta la soddisfazione per un successo importante.

“Siamo sicuramente soddisfatti per questa vittoria – il commento di Diana -, soprattutto perché avevo chiesto ai ragazzi un cambio di rotta e devo dire che in campo si è visto tutto. Merito del lavoro settimanale durante gli allenamenti, che siamo riusciti a svolgere con un maggior coinvolgimento di tutti, e questo ha fatto sicuramente la differenza. Abbiamo lavorato con buona intensità soprattutto sull’aspetto difensivo, che era un po’ venuto meno nelle ultime apparizioni, per cercare di essere più intensi, più aggressivi. Ma mi è anche piaciuto l’approccio della squadra oggi: è cresciuto il livello di attenzione, ho visto la voglia da parte di tutti di aiutarsi in quei momenti in cui Trieste rimaneva a contatto o provava a rientrare in gara e questi sono segnali molto importanti per me. Sono contento di essere riuscito a dare spazio a Leonardo e Davide, così come di aver vinto la battaglia a rimbalzo e della percentuale ai liberi dei miei. Tanti uomini a referto? Certo, è un altro degli aspetti positivi della serata: si è vista una squadra in campo e quando i punti sono così ben distribuiti è perchè c’è voglia di coinvolgere il compagno, limitando magari le iniziative personali. Poi è chiaro che quando in attacco le cose girano, anche dall’altra parte del campo si ha maggiormente voglia di stringere le maglie e aumentare l’intensità difensiva. Domani? Penserò a Mantova, meno al mercato: domenica abbiamo una partita molto importante e delicata, che vogliamo affrontare con la stessa determinazione e voglia di stasera”.

“Questa sera era importante vincere, ma anche farlo in un modo convincente – le parole di Juan Fernandez -: volevamo dimostrare di poter crescere soprattutto per quanto riguarda l’intensità difensiva e penso che il lavoro settimanale sia stato molto importante in questo senso. Non era facile, perchè in questo campionato non è mai semplice vincere con questo scarto, soprattutto contro squadre in forma come Trieste. Gli infortuni? Sicuramente ci ha aiutato aver affrontato una settimana di allenamenti quasi normale, anche se chiaramente non siamo ancora al top. Mantova? Sarà una partita sicuramente dura, ma al tempo stesso sappiamo che potrebbe essere decisiva per il posizionamento in vista dei playoff, avendo poi tre partite in casa sulle ultime quattro. La mia condizione? Sono sulla via del recupero e credo che approfitterò della sosta di Pasqua per ricaricare definitivamente le pile e presentarmi al rush finale al 100%”.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive