Angolo Tecnico: Brescia – Trieste

13 marzo 2016

max giannoni

La squadra giuliana allenata da Dalmasson si presenta al S.Filippo dopo le vittorie a Ferrara ed in casa nel sentitissimo derby contro Treviso,prima della pausa per le Finali di Coppa Italia.Troveremo quindi una squadra sicuramente in un grande momento dal punto di vista dell’entusiasmo,e lanciata nel suo sprint per la conquista di un posto nella griglia Play Off.

Da contraltare,da segnalare la perdita proprio in questi giorni dell’ala-pivot Landi,fuori per l’intera stagione,e le non perfette condizioni di Pecile,la cui presenza è data in fortissimo dubbio,mentre appare completamente recuperato Nelson,che contro Treviso aveva potuto solo incitare i compagni dalla panchina per un problema muscolare.

E Roberto Nelson rappresenta proprio la novità di questo Girone di Ritorno della squadra triestina,arrivato a sostituire il bulgaro Zahariev,ha avuto da subito un buonissimo impatto sia in termini di punti che di assist,ed avrà decisamente motivazioni per ben figurare davanti al suo ex pubblico.

Accanto alla guardia americana, i biancorossi schierano Bossi,playmaker classe 94’,personalità,fisico e tiro da 3pti,il secondo USA Parks,ala atletica che in questa seconda parte del campionato stà inanellando tante prestazioni maiuscole,e ad oggi miglior realizzatore e miglior rimbalzista della squadra(16.9+6.1);vista l’assenza di Landi,nel ruolo di #5 si alterneranno il giovane Pipitone ed il più esperto Canavesi,mentre per l’altro  esterno di quintetto,il coach vicentino ha più possibilità,dalla guardia tiratrice  Baldasso,all’energia del play-guardia Prandin,a quella del Capitano della squadra Coronica,vero jolly capace di giostrare anche da #4 tattico,o magari il giovanissimo Gobbato,classe 98’,come contro Treviso.

Questa la squadra che ci troveremo di fronte;superfluo stare a parlare delle nostre motivazioni o di quello che dovremmo fare noi sul campo;dopo la brutta figura di Rimini i ragazzi hanno affrontato la settimana con determinazione ed attenzione,con la voglia di tornare subito a conquistare i 2pti e rimanere a contatto con il vertice della classifica:i 40’ successivi alla palla a due il giudice supremo.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive