Pronto riscatto a Ravenna: la Leonessa sbanca 82-76 il Pala De Andrè!

27 gennaio 2016

Come nel girone di andata la Centrale del Latte-Amica Natura Brescia dimentica la sconfitta contro Roseto battendo la OraSì Ravenna, stavolta al Pala De Andrè e con il punteggio di 82-76. Una risposta sul campo per i ragazzi di coach Diana, che hanno saputo condurre in porto una gara complicata, contro un avversario in ottima forma in cui hanno si sono messi in luce Deloach, Smith e Masciadri. Ma la Leonessa ha risposto di squadra, trascinata da Damian Hollis, il giocatore forse più atteso, autore di una prova da 27 punti e 7 rimbalzi. 

Quintetti previsti alla vigilia in campo: Rivali-Deloach-Malaventura-Masciadri-Smith in casa Ravenna, Fernandez-Holmes-Alibegovic-Hollis-Cittadini per la Leonessa. Pronti via e Damian Hollis porta subito avanti Brescia con un canestro in tap-in, cui fa seguito la prima tripla di serata di Reggie Holmes per il 5-0 ospite. Ma Deloach, Rivali, Malaventura e Smith rispondono per Ravenna e confezionano il parziale di 8-0, prima che gli arbitri decidano di sanzionare Juan Fernandez con un discutibile fallo antisportivo, che permette ai padroni di casa di portarsi sul 10-5 grazie ai liberi di Rivali. La Leonessa si affida allora a Damian Hollis, che va in post basso e trova il gioco da tre punti per il 10-8 Ravenna. Deloach riallunga subito, così come Mirza Alibegovic, ma i canestri di Smith e Masciadri, quest’ultimo dalla lunga distanza, spingono i bianchi di casa sul 17-10, costringendo coach Diana a chiamare timeout. Al rientro in campo Damian Hollis e Juan Fernandez vanno a segno dalla lunga distanza, ridando coraggio a Brescia, mentre Smith e Raschi fanno male da sotto per il 21-16 Ravenna. Fernandez va ancora a segno con il quinto punto consecutivo per il meno tre, ma poco dopo deve lasciare il campo perché gravato di due falli, lasciando il posto a Marco Passera. Smith e Deloach dalla lunetta riportano Ravenna avanti di cinque e sul 23-18 si va al primo mini-riposo.

Ancora Damian Hollis protagonista in avvio di quarto con cinque punti consecutivi che impattano il match a quota 23, mentre i canestri di Franko Bushati e il gioco da tre punti di Alibegovic riporta avanti di cinque punti la Leonessa (28-23). Molinaro accorcia per Ravenna e interrompe il digiuno di tre minuti per i padroni di casa, che impattano subito dopo con un’altra tripla di Masciadri. Ci pensa allora Mirza Alibegovic, con un altro gioco da tre punti, a ridare il vantaggio alla Leonessa, accorciato dal canestro di Rivali (30-31). Ma i padroni di casa non trovano più la via del canestro e la Leonessa ne approfitta per allungare con i canestri di Bruttini, Alibegovic e del neoentrato Totè, questi ultimi due dalla lunga distanza, inframezzati dal canestro di Molinaro (38-32 Brescia). La schiacciata di Smith riaccende il Pala De Andrè e coach Diana chiama timeout quando mancano tre minuti all’intervallo. Si riprende con il canestro di Juan Fernandez, cui rispondono Smith e Deloach per il meno tre Ravenna (37-40). Capitan Cittadini va a segno con un libero, mentre Malaventura fa 2/2 dalla linea della carità e fissa il secondo parziale sul 39-41.

Sempre Damian Hollis ad aprire le danze, anche nel terzo periodo, con il canestro del +4 Leonessa. Ravenna non molla e rimane a contatto con i centri di Smith e Masciadri, mentre Brescia va a segno con il gioco da tre punti di Holmes e altri due punti di Hollis (48-46 Leonessa). Ravenna impatta a quota 50 con Malaventura, ma capitan Cittadini dall’altra parte ristabilisce subito le distanze. I canestri di Smith e Fernandez non cambiano la situazione, cosa che invece fanno i quattro punti consecutivi di Malaventura e la terza schiacciata della gara di Smith (56-52), che costringono coach Diana al timeout. Il libero di capitan Cittadini avvicina Brescia, che colleziona però alcune sanguinose palle perse in attacco e dà la possibilità a Ravenna di riallungare con il canestro di Masciadri. Il canestri di Bruttini e Hollis riportano a contatto la Leonessa a un minuto dalla fine del terzo quarto, mentre il jumper da centro area di Marco Passera e il canestro sulla sirena di Reggie Holmes mandano Brescia sopra di tre alla fine del terzo periodo (61-58).  

La schiacciata di Molinaro e il canestro in sospensione di Raschi firmano il controsorpasso per i padroni di casa, ma come al solito è Damian Hollis a rispondere per la Leonessa in apertura di quarto. Franko Bushati va a segno per il +3, prima che il gioco da tre punti di Bruttini costringa coach Martino a chiamare timeout sul 68-62 Leonessa. Al ritorno in campo è Deloach a riportare i padroni di casa a contatto con una tripla e anche coach Diana interrompe il gioco per parlarci su. E fa bene, perché si riprende con la tripla di Franko Bushati, prima che ancora un redivivo Deloach riporti Ravenna a meno quattro (67-71). La Leonessa inanella un paio di palle perse e i padroni di casa ne approfittano per tornare a meno due con il canestro di Smith. Dall’altra parte vanno a segno Hollis due volte e Bushati e Brescia scappa in un attimo a +8 sul 77-69. Deloach e Masciadri riaccendono Ravenna e in un amen i padroni di casa sono a meno quattro. Passera va a segno con un libero, ma ancora Deloach risponde con un gioco da tre punti e riporta i suoi a meno due. Le mani di Reggie Holmes e di Damian Hollis, però, non tremano e il 4/4 dei due americani dalla linea della carità firma l’82-76 finale con cui la Leonessa espugna il Pala De Andrè. 

OraSì Ravenna 76
Centrale del Latte-Amica Natura Brescia 82

Arbitri: Boninsegna, Lestingi, Sansone

Parziali: 23-18; 16-23 (39-41); 19-20 (58-61); 18-21

OraSì RavennaSmith 19, Deloach 16, Malaventura 8, Casini, Molinaro 6, Rivali 6, Raschi 4, Manetti ne, Masciadri 17, Smorto, Seck ne, Salari ne. All. Martino

Centrale del Latte-Amica Natura Brescia: Passera 3, Fernandez 9, Cittadini 4, Bruttini 6, Alibegovic 11, Speronello ne, Holmes 10, Totè 3, Bushati 9, Hollis 27. All. Diana

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive