Barcellona – Brescia, l’angolo tecnico di Max Giannoni

12 aprile 2015

16876586528_c204ae6162_b
La formazione siciliana dell’Orange Moon Barcellona Pozzo di Gotto disputerà Domenica la sua ultima partita casalinga della stagione. Una stagione che l’ha vista giocare la prima parte sul campo di Patti per i lavori del PalaAlberti, l’ha vista poi rischiare di abbandonare il campionato per problemi economici e infine l’ha vista costretta a perdere lungo il proprio percorso il playmaker titolare, l’USA Kelley oltre al lungo Jacopo Borra. Questo non ha però impedito loro di finire la stagione con grande dignità e orgoglio.

La squadra che incontreremo Domenica infatti, esclusa da tempo dalla corsa per un posto playoff, nelle ultime 2 gare è stata prima sconfitta a domicilio da Torino solo dopo una maratona durata ben 3 tempi supplementari e poi ha espugnato il difficile campo di Biella al termine di una prestazione tutta cuore e qualità.

Si tratta di una squadra dotata di un quintetto molto fisico che poggia sui lunghi DaRos, giocatore dalla doppia dimensione dotato di un bagaglio offensivo veramente importante, e Garri, centro esperto e molto pericoloso nel pitturato. Accanto a loro l’unico straniero rimasto alla corte di coach Perdichizzi, ovvero il canadese Jevon Shepherd, miglior realizzatore della squadra: si tratta di un’ala molto atletica, capace di attaccare il canestro dal palleggio spesso anche da proprio rimbalzo difensivo. In quintetto troviamo il giovane play-guardia Spizzichini, giocatore che fa della sua forza fisica un’arma per attaccare il canestro dal palleggio anche contro i contatti e in avvicinamento nelle situazioni di miss match, e infine la guardia-ala Maresca, esperto capitano e vero collante della squadra,capace di rendersi utile in tutte le parti del compito, anche nelle fasi di costruzione del gioco. Dalla panchina escono il giovane playmaker Marchetti, capace di alzare i ritmi di gioco in attacco, intensità e pressione difensiva sui portatori di palla avversari, oltre all’ala Fiorito, specialista del tiro da 3 punti.

Al di là degli aspetti tecnici,quello che mi preme sottolineare è l’energia e la determinazione con cui la squadra stà affrontando questa parte finale di stagione, aspetto riconosciuto dal pubblico barcellonese che si è stretto attorno alla formazione giallo-rossa con grande passione non facendo mancare il proprio sostegno. Da parte nostra l’obbligo di essere pronti a giocare una partita fisica, difensivamente attenta per affrontare al meglio il penultimo step e l’ultima trasferta di questa regular season, giocata decisamente sopra le righe come testimonia il 2° posto matematico raggiunto in anticipo, in attesa dei playoff.

Max Giannoni

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive