Bresciaoggi – Centrale di lusso nel test di qualità

19 marzo 2015

Undici giorni dopo la sconfitta con Ferentino in coppa Italia, la Leonessa dei Canestri è tornata a calcare il parquet disputando un’amichevole di lusso a Bologna ieri pomeriggio sul parquet dell’Arcoveggio contro le V nere della Granarolo Bologna: opposta a una squadra di categoria superiore, la squadra di Andrea Diana ha dato dei segnali importanti di ripresa, scrollandosi definitivamente di dosso la «scimmia» che si portava sulle spalle dalla sfortunata trasferta romagnola. «Sono contento – ha commentato un sereno Andrea Diana alla quarta sirena – e ho visto la reazione che mi attendevo dai miei ragazzi: molto probabilmente avevamo veramente bisogno di staccare la spina per un po’ dopo gli straordinari fatti fino a qui». Ed in campo c’è andata una Centrale del Latte in formato maxi capace di annichilire la gloriosa V bolognese già nei primi 10′: protagonista assoluto uno stupefacente Justin Brownlee che ha praticamente scavato da solo il primo solco con 3 triple in rapida sequenza; più che giustificato il + 6 alla prima sirena con un’ entusiasmante carica dei biancazzurri, orfani di Juan Fernandez,restato a Brescia a curare la fastidiosa tendinopatia che lo affligge da martedì sera. «Già da lunedì in allenamento avevo visto molto bene la mia squadra: sono segnali importanti per me e per loro; poi di fronte al blasone della Virtus….credo che le motivazioni non mancassero ai miei ragazzi». Brescia poi continua ancor meglio di quanto avesse fatto nei primi 10′: tabelloni azzerati, e Brescia che mette insieme un altro parzialone di 11-0 (18-35) mandando su tutte le furie coach Valli. I protagonisti sono Roberto Nelson e Mirza Alibegovic: l’americano pare essere tornato sui suoi standard di inizio stagione, mentre il figlio d’arte ci prende gusto, con tutto il repertorio tra penetrazioni vincenti e triple d’autore. Spazio anche a Giammò da play mentre l’asse Passera-Cittadini regala perle rare nei minuti finali di secondo quarto, che vede Brescia chiudere sul +15 (36-51). Al rientro non cambia la musica: Brescia avanti (38-59) pesantemente, Bologna disattenta, coach Valli arrabbiatissimo. In campo Loschi prende accuratamente la mira: sugli scarichi arriva la bomba del 49-73 (massimo vantaggio) e poi quella del 55 -77 prima dei liberi di chiusura quarto firmati in calce da Marco Passera. Gli ultimi 10′ si aprono sul 10-0 Virtus (65-79) con Brownlee seduto e Tomasello in campo: al rientro in campo dell’americano, Brescia riallunga (65-85), concludendo a testa alta una partita dominata, con 3 quarti vinti di fronte ad un avversario che ha schierato tutte le sue bocche da fuoco ad esclusione di Fontecchio e Mazzola, acciaccati, ma con tutti gli americani in campo. Un amichevole ha un valore relativo, ma l’impressione è che questa Brescia voglia tornare a divertirsi e a divertire molto presto.

Alberto Banzola

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive