Bresciaoggi – Centrale del Latte: c’è una rivincita da prendersi

28 febbraio 2015

La Centrale del Latte chiude febbraio anticipando a questa sera il big match di giornata contro Ferentino. Si gioca al San Filippo alle ore 20,30: arbitri Moretti di Marsciano, Tirozzi di Bologna e Pazzaglia di Pesaro. I ciociari sono una delle poche formazioni che, finora, sono state in grado di battere Brescia: all’andata finì 74-71. Occhi aperti. Ferentino arriva per il colpo grosso. La squadra di coach Franco Gramenzi ha le spalle al muro e, se vuole arrivare tra le prime 4, deve per forza vincere in trasferta. Andrea Diana lo sa molto bene: «Ferentino è una squadra attrezzata per questa categoria e ha già dimostrato di avere un roster di tutto rispetto -avverte il coach della Centrale -. Gramenzi è un allenatore che rispetto molto, capace di mettere in campo situazioni inusuali, con la capacità non indifferente di variare difese quando meno te lo aspetti». A Ponte Grande, il palasport di Ferentino, Brescia perse perchè «una delle chiavi fu la marcatura del centro Thomas sul nostro play Fernandez», ricorda Diana. È una partita difficile, l’ultima della serie tremenda che, tra gennaio e febbraio, ha portato la Leonessa a giocare con tutte le prime 8 della classe e da cui la Centrale è uscita benissimo, con 2 sole sconfitte a Verona e a Biella. «Ci aspetta un match di spessore, lo spettacolo al San Filippo sarà di alto livello», è certo Diana. E non mancherà il pubblico delle grandi occasioni. Ormai, la normalità. I biglietti sono in prevendita online o al San Filippo dalle 10 alle 12,30; la biglietteria aprirà alle 18,30. «È una gratificazione del nostro lavoro: se riusciamo a fare sognare il nostro pubblico, che continua a seguirci con una passione incredibile, vuol dire abbiamo colpito nel segno». Ma Diana è tutt’altro che vanitoso: «Se ripensiamo a venerdì scorso, capiamo che dobbiamo ancora lavorare. Pertanto giù la testa e continuare a sudare in palestra». Dove ieri non si è allenato Benevelli e anche Brownlee è rimasto fermo a guardare gli altri: «La situazione di Benevelli andrà valutata in giornata: continua ad avere dolore». Anche ieri si è fermato subito dopo l’inizio allenamento. Per Brownlee, niente di grave: «Lo abbiamo tenuto fermo per cautela», rivela Diana. Potrà dunque scendere in campo, il lungo di Tifton, ed essere premiato come miglior giocatore del mese di febbraio e se dovesse mancare Benevelli, a lui e a Cittadini toccheranno gli straordinari nel pitturato: «Temo la grande fisicità di Ferentino – racconta Diana -. All’ andata l’abbiamo subita parecchio, Fermentino è stata capace di piazzare parziali importanti con il gioco interno su Biligha e Ghersetti, il grande ex». Stasera Diana chiederà uno sforzo particolare: «Dovremo essere bravi a non accendere i loro tiratori. Non accettare il loro ritmo, ma imporre il nostro gioco: quello che ha fatto Casalpusterlengo domenica scorsa». E proprio la vittoria contro pronostico della scorsa settimana dei lodigiani in Ciociaria ha insegnato ai biancazzurri che, per dirla con Diana, «ogni partita fa storia a sé e va affrontata col coltello frai denti. Bisogna vivere ogni sfida come se fosse una finale».

Alberto Banzola

Generosità e spettacoli: un sabato da Leonessa

Un sabato da vera Leonessa .. .dei canestri: il turno di campionato anticipato a questa sera (su richiesta di Ferentino che venerdì sera contenderà a Treviso il passaggio in semifinale di coppa Italia) prevede una serie di iniziative che renderanno l’anomala giornata prefestiva ancora più elettrizzante per i supporters della Centrale del latte. Un antipasto del match serale si disputerà alle 15,30 con la partita tra l’Icaro Brescia (basket in carrozzina) e Cantù. All’ingresso del San Filippo ci sarà il banchetto dell’associazione «Bimbo chiama Bimbo» con la possibilità di acquistare le uova di Pasqua benefiche dell’associazione (considerato anche che, visto il calendario anomalo delle prossime settimane, la Leonessa calcherà di nuovo il parquet del San Filippo soltanto sabato 4 Aprile, vigilia di Pasqua). PRIMA DELLA GARA contro la formazione laziale inoltre spazio agli «Zanzaroni»: il gruppo di tifosi della gradinata consegnerà il ricavato (2000 euro) della 6 ore per beneficenza natalizia all’ associazione Nati per vivere, alla croce bianca e al comune di Concesio a cui i tifosi dal cuore d’oro hanno fatto dono con i proventi della loro kermesse di un defibrillatore. All’intervallo spettacolo in campo invece con le evoluzioni dei «Da Move», una delle crew di giocatori freestyle più famose d’Italia, che divertiranno il pubblico grazie alle loro evoluzioni.

A.B.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive