Diana: “Soddisfatto dei miei ragazzi che non mollano mai”

21 febbraio 2015

(null)

La Leonessa esce a testa alta, altissima dal PalaOlimpia e guarda già alla sfida con Ferentino di sabato prossimo. Potremmo riassumere così lo stato d’animo di Andrea Diana e di capitan Loschi nella sala stampa dell’impianto veronese.

“Innanzitutto vorrei fare un grandissimo plauso a tutto il pubblico di questa sera – il commento del coach -: sia il nostro, che ha riempito gli spalti del PalaOlimpia, rendendoci orgogliosi di quanto stiamo facendo, sia quello veronese, che ci ha applaudito all’uscita dal campo facendoci capire che avevamo fatto una grande partita. Credo che Brescia e Verona abbiano disputato una bellissima partita, avvincente, intensa: a noi è andata male, ma è stata una serata di grande pallacanestro per tutti. Per quanto riguarda la partita, complimenti a Verona, perché ha fatto la partita che voleva fare. Ci ha punito con tante piccole situazioni che derivano dalla maggior esperienza dei suoi interpreti: leggere le situazioni in brevissimo tempo, capire dove hai il vantaggio e prenderlo. Ecco, spero che questa partita ci serva da esperienza per il futuro, anzi sono sicuro sarà così. Perché comunque giocare una partita di questo livello, così importante, con una cornice di pubblico simile era una sorta di prima volta per tanti dei miei ragazzi. Hanno influito molto, quindi, anche l’emozione e la tensione di una partita del genere, sentimenti che ovviamente hanno avuto un peso anche per me, visto che sono al primo anno da allenatore di una squadra di questo livello. Noi tutti prenderemo grande esperienza da questa serata. Lavoreremo duramente da martedì su alcuni aspetti che stasera non sono andati per il verso giusto, pensando a una partita per volta come abbiamo sempre fatto. Liberi e rimbalzi? Sì, abbiamo concesso soprattutto troppe seconde opportunità a Verona, mentre per i liberi ha contato in alcuni frangenti, come dicevo prima, un po’ di inesperienza e poca lucidità. Cosa è mancato nei momenti chiave? Io preferisco evidenziare gli aspetti positivi e dire che siamo stati molto bravi a rientrare due volte in partita: abbiamo dimostrato ancora una volta di essere molto uniti, di avere grande forza di volontà nel non demoralizzarci anche di fronte a passivi importanti. Apprezzo di più la nostra reazione, poi ci è mancata un po’ di esperienza per gestire al meglio qualche possesso importante. Ma quella si conquista sul campo e partite come questa sono di grande insegnamento”.

“Sapevamo che sarebbe stata una battaglia – ha aggiunto il capitano Federico Loschi – perché loro non solo in attacco ma anche in difesa sono una delle squadre migliori del campionato. Come noi fanno del gruppo e dell’unità uno dei loro punti di forza e contro di loro non puoi permetterti di sbagliare niente perché ti puniscono anche al ventiquattresimo di un’azione in cui magari hai difeso alla grande. Quindi penso che aver perso qua di otto, con mille bresciani al seguito e avendo lottato praticamente fino all’ultimo minuto sia motivo di grande soddisfazione per noi. Ripartiamo da qui e pensiamo a Ferentino, la terza forza del campionato: sarà un’altra sfida durissima, ma la partita di stasera ci fa capire che siamo sulla strada giusta”.

D.A.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive