Bresciaoggi – Una Centrale da imprese I play-off sono a un passo

10 febbraio 2015

È una Centrale del Latte dalla rimonta facile. Non è una novità per Brescia recuperare un divario anche rilevante in questo campionato, anche se il -19 fatto registrare a inizio ripresa contro Casale Monferrato è una sorta di record. Resta nella memoria dei tifosi biancazzurri l’impresa epica di Brkic (che potrebbe lasciare Napoli per accasarsi a Verona e sfidare Brescia nell’anticipo di venerdì 20febbraio) e compagni, quando riuscirono a rimontare il -18 di 2 stagioni fa controVerona. Allora all’intervallo fu 32-50 e la rimonta incredibile dei biancazzurri consentì di sconfiggere i veneti per 80-77 tra lo stupore e il tripudio del pubblico del «San Filippo» e l’incredulità e la disperazione di quello ospite. «Abbiamo avuto una reazione da grande squadra le parole di coach Andrea Diana -. I tifosi erano in campo con noi». In questa stagione però Brescia ha preso la cattiva abitudine di rimontare: era già successo all’andata a Casale Monferrato(anche se allora i rossoblu arrivarono «soltanto» a +10,26-16). Meglio,se così si può dire, aveva fatto Agrigento che si era portata su un comodo +16 (33-49) nella serata in cui Brownlee era desaparecido e Nelson,poco presente mentalmente, fuori causa per infortunio. In quel caso, contro la formazione siciliana, fu il gruppo degli italiani a mettere in piedi la rincorsa con Benevelli ancora protagonista. Ben 17 punti nel match di SantaLucia, per il pesarese che spaccò la gara anche a Casale Monferrato, a Biella la settimana scorsa non aveva sbagliato nulla al tiro e domenica sera è stato perfetto: «Abbiamo cambiato atteggiamento e la partita si è completamente ribaltata», la spiegazione di Benevelli. Ma è una costante di tutta la stagione, quella di rincorrere gli avversari: Jesi al San Filippo era a + 10 (37-47), con Miller (adesso a Torino) a bucare la retina anche dalla panchina. Dieci punti di vantaggio per Torino a terzo quarto abbondantemente in corso (44-54) per un’altra rimonta impossibile. E dell’inizio da incubi di Mantova (11-2 per i virgiliani)? In definitiva l’unica volta in cui Brescia andò veramente a fondo fu a Torino: -17 a inizio secondo quarto (39-22), Brescia in balia degli avversari. Eppure anche nel capoluogo piemontese la Leonessa costruì poco per volta la rimonta, arrivando a -5: era un periodo da tour de force, con una serie incredibile di partite da recuperare (Casalpusterlengo eTorino) in pochissimi giorni. Lì si cominciò a intravedere la forza del collettivo di questa squadra, che a testa alta non lascia nulla d’intentato, fino alla quarta sirena, modificando di partita in partita i suoi protagonisti. La vera capacità di questa squadra e di non darsi mai per vinta: le parole di Diana risuonano ancora nell’aria dopo la vittoria di domenica: «Puoi vincere e perdere: dipende da come si fa». La Leonessa lo fa da … Leonessa, provandoci sempre, senza mollare mai.Solo così si può spiegare come un gruppo dato da tutti gli addetti ai lavori come potenziale pretendente ai play-off, alla conquista dei quali mancano solo 2 punti (ma la qualificazione non è minimamente in discussione), riesca ad essere secondo, a 2 lunghezze dalla capolista Verona. Domenica il Brescia è atteso dalla sfida con Trieste, ancora al «San Filippo». E poi c’è la madre di tutte le partite, lo scontro diretto del 20 febbraio a Verona, nel palazzetto della capolista. Potrebbe essere il giorno dell’aggancio in vetta. Sarebbe l’ennesima rimonta di una stagione esaltante

Alberto Banzola

Come acquistare i biglietti per Verona

Mancano ancora dieci giorni e c’è prima la gara interna di domenica contro Trieste. Ma la Brescia della pallacanestro sta già pensando all’anticipo di venerdì 20 alle20.30 sul campo dellaTezenis Verona. Venerdì 13 dalle 18 alle 19.30, durante la prevendita per la gara interna contro Trieste, sarà possibile acquistare anche i tagliandi per il match in programma a Verona, ai seguenti prezzi: 12 euro per gli adulti, 8 per gli under 12 (che devono presentarsi con documento di identità).Per i tifosi residenti a Brescia non saranno messi in vendita altri biglietti:per poterli acquistare al PalaOlimpia, infatti, si dovrà provare di essere residenti in provincia di Verona. I biglietti on-line verranno messi in vendita sul sito della società scaligera solo dopo il 16 febbraio, se ancora disponibili. Per qualsiasi informazione: amministrazione@basketbrescialeonessa.it.

 

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive