Trapani-Brescia, l’angolo tecnico di Matteo Cotelli

4 gennaio 2015

Cotelli
Quali sono i punti forti e i punti deboli di Trapani?

Trapani è sicuramente una squadra solida che in particolare modo nelle partite casalinghe dà il meglio di sé. Possiede un reparto lunghi di altissimo livello (Baldassarre e Renzi) e degli esterni (Legion e Bray) in grado di colpire da oltre l’arco e di costruire soluzioni dal palleggio. La Lighthouse è una squadra che tra le mura del PalAuriga è molto difficile da affrontare, perché può fare affidamento anche su un pubblico tra i più numerosi della A2 Gold.

Giocatore chiave di Trapani? 
Sicuramente Legion e Renzi sono i due giocatori da tenere più sotto controllo tra le fila di Trapani, ma sarà importante in particolar modo riuscire a contenere i giocatori di “contorno”, che possono essere Baldassarre o Meini. Questa potrebbe essere la chiave dell’incontro.

Su cosa si basa il gioco di Trapani?
Il gioco di Trapani si basa molto sul gioco interno dei lunghi Baldassarre e Renzi, molto bravi anche a scaricare sull’arco per le iniziative dei “piccoli”. Dall’altra parte del campo alternano spesso difesa a uomo alla difesa a zona.

La chiave del match? 
Sarà fondamentale partire bene, rispondendo colpo su colpo ai padroni di casa, perché se Trapani prende fiducia e costruisce un piccolo vantaggio è complicato riprendere in mano la partita.

F.C.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive