Giornale di Brescia – Centrale, Final Six a due punti

19 dicembre 2014

L’esaltante vittoria di domenica su Agrigento, oltre ad eliminare una delle concorrenti, ha portato la Centrale a una sola vittoria dalla qualificazione alla Final Six di Coppa Italia. A tre giornate dal termine del girone d’andata – quando le prime quattro di A2 Gold (e le prime due di Silver) verranno ammesse alla tre giorni che a Rimini assegnerà il trofeo tricolore – Brescia è infatti sempre solitaria al secondo posto, ma con 4 punti di vantaggio sulle tre squadre che occupano la quinta poltrona. Di più. Tutte le formazioni a quota 14, Casale Monferrato, Mantova e Trieste, sono state sconfitte dalla Centrale che quindi si troverebbe in una situazione vantaggiosa nel caso in cui si rendesse necessario il ricorso alla classifica avulsa. Ne consegue che ai biancoblù è sufficiente vincere una delle prossime tre partite per avere la certezza della qualificazione alla Final Six, che, come già nella passata stagione, assegna alla vincitrice un posto in EuroChallenge, la competizione europea nella quale Biella ha ben figurato, venendo eliminata soltanto in seguito alla sconfitta patita martedì a Le Mans nell’ultima gara del girone di qualificazione. Dunque la Centrale, che domenica sarà di scena a Napoli per poi ospitare Barcellona e chiudere l’andata a Trapani, si trova a un passo dal traguardo. Un traguardo che in condizioni normali potremmo ritenere di fatto conquistato (sarebbe singolare che Brescia incappasse in tre sconfitte consecutive dopo averne assommate tre nelle precedenti dodici uscite) ma l’attuale situazione non è affatto . Nelson sarà assente a Napoli per infortunio, Alibegovic è in forse e Brownlee è reduce da una vicenda personale che lo ha portato ad allontanarsi per tre giorni dal gruppo, facendo addirittura balenare l’ipotesi che la sua avventura bresciana potesse concludersi. Dunque gli ultimi impegni dell’andata, peraltro non agevoli a prescindere, si sono ulteriormente complicati; a confortare le ambizioni di Brescia provvede però il calendario che domenica propone Trieste-Mantova, che di fatto eliminerà una pretendente, e vedrà inoltre Ferentino -la squadra attesa dal cammino più accidentato – impegnato nell’insidiosa trasferta di Agrigento. Sabato però le carte potrebbero rimescolarsi se Forlì venisse estromessa dal campionato. Così fosse, le otto squadre che hanno fin qui battuto i romagnoli vedrebbero togliersi due punti, mentre le tre che devono ancora incontrarli osserverebbero un turno di riposo in un campionato che diventerebbe così zoppo. Brescia scenderebbe a quota 16, ma anche Ferentino, Torino, Mantova e Trieste farebbero un passo indietro, mentre Casale e Verona, che devono ancora incontrare la squadra di Finelli, avrebbero a disposizione soltanto 4 punti. E per la Centrale non cambierebbe nulla: serve sempre e soltanto una vittoria.

Franco Bassini

———-

Niente Napoli per Nelson, fermo anche Alibegovic Lo statunitense resterà a Brescia per proseguire le cure nella speranza di essere disponibile per la gara interna con Barcellona del 28 dicembre. Preoccupano anche le condizioni della caviglia di Alibegovic, che nell’allenamento di mercoledì si è procurato una distorsione di primo grado e ieri si muoveva con le stampelle. Anche per lui oggi soltanto terapie, che potrebbero proseguire a Napoli, destinazione che l’ala dovrebbe comunque raggiungere. Sta invece meglio Tomasello, che aveva accusato un problema al polso, mentre Giammò è completamente recuperato dopo l’infiammazione al tendine rotuleo.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive