Giornale di Brescia – Centrale con vista sull’Europa

12 dicembre 2014

L’entusiasmo di Matteo Bonetti e la prudenza di Andrea Diana sono le due facce della stessa medaglia. O dello stesso trofeo, visto che stiamo parlando di Coppa Italia. Dal 6 all’8 marzo 2015 la zona fieristica di Rimini ospiterà le fasi finali di A2, B e C collocate all’interno di una manifestazione con ampi spazi musicali, sintetizzata felicemente in Rythm’n ‘Basket. Un’autentica scorpacciata di canestri, vista le presenza di quattro squadre di Gold, due di Silver (che si contenderanno la Coppa di A2), quattro di serie B e otto di C. Nel marzo scorso il trofeo riservato alla categoria maggiore venne conquistato da Biella che in finale, dopo un overtime, superò 100-94 Trento, vincitrice nel 2013 e poi promossa in A. Una partita spettacolare, con ben cinque giocatori oltre i 20 punti (Voskuil 27, l’Mvp Hollis 26 e Raspino 22 per i piemontesi; Triche 29 e Pascolo 21 per l’Aquila) che proiettò i vincitori nell’Euro-Challenge, competizione continentale nella quale Biella si giocherà il passaggio del turno martedì 16 a Le Mans. Ed è soprattutto lo sbocco europeo a entusiasmare Matteo Bonetti, che non perde occasione per sottolineare l’importanza di chiudere l’andata nelle prime quattro per qualificarsi alla Final Six di Rimini. Obiettivo alla portata dei biancoblù, attualmente solitari al secondo posto e attesi da un calendario non certo agevole ma neppure proibitivo, che proponiamo qui accanto, unitamente al cammino delle altre squadre in lizza. Nel dopo gara di Forlì, sollecitato sull’argomento, Andrea Diana ha osservato che non si tratta di un obiettivo della stagione biancoblù, per aggiungere che la qualificazione alla Final Six rappresenterebbe un’impresa. In effetti dopo aver chiuso sorprendentemente al secondo posto il girone d’andata del suo primo campionato di Le-gaDue (nove vittorie e cinque sconfitte), nei successivi due la Centrale ha girato la boa del torneo in quinta (otto vittorie e sei sconfitte) e sesta (9 vittorie e sei sconfìtte) posizione. In entrambi i casi a due punti soltanto dalla quarta piazza, ma pur sempre fuori della teorica (nel 2013) e reale (2014) griglia della fase finale di Coppa Italia. Giusto per dire che non si tratta certo di un traguardo facile e anche per invitare (noi i primi destinatari…) alla cautela. A fine novembre 2013, dopo la vittoria di Ferentino, la settima in nove gare con relativo primo posto, avendo davanti sei partite per completare l’andata – quattro delle quali in casa e la derelitta Imola tra le due trasferte – la qualificazione per la Final Six sembrava di fatto acquisita… Per tornare alla stagione in corso, già il turno di domenica propone due scontri diretti, Brescia-Agrigento e Casale Monferrato-Ferentino. Se la Centrale riuscisse a imporsi, eliminerebbe di fatto una concorrente, volando a +6 dagli isolani con tre partite da giocare e allungando inoltre sulla squadra uscita sconfitta dal PalaFerraris. Meditate gente, meditate.

Franco Bassini

———-

Per il match che la Centrale giocherà domenica alle 18 al San Filippo contro Agrigento è previsto un nuovo tutto esaurito, dopo quello del 19 novembre con Verona. I biglietti si possono acquistare on line nella sezione Fan Zone del sito www.basketbre-scialeonessa.it oggi fino alle 12. Sempre oggi la biglietteria del Pala San Filippo sarà aperta dalle 18 alle 19.30 e domenica dalle 16. Questi i prezzi: gradinata leonessa 14 euro (ridotto 8), tribuna verde 23 euro (ridotto 14), tribuna rossa 40 euro (no ridotto), parterre seconda fila 50 euro (no ridotto), parterre prime fila 70 euro (no ridotto).

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive