Trieste-Brescia: all’estremo Est per la terza trasferta consecutiva

7 novembre 2014

1488640_779491945443808_1069945462298764260_nTerza trasferta consecutiva per la Centrale del Latte Basket Brescia Leonessa, che dopo la vittoria di Casale Monferrato e la prima sconfitta stagionale subita sul campo della Manital Torino, si sposta da Ovest all’estremo Est per affrontare la Pallacanestro Trieste di Eugenio Dalmasson. Palla a due in programma domenica 9 novembre alle 18.

La formazione giuliana è a quota 6 punti in classifica, frutto di tre vittorie (Veroli, Biella e Trapani) e altrettante sconfitte (Casale Monferrato, Barcellona e Verona). In panchina, come detto, siede coach Dalmasson: mestrino di nascita, è una sorta di ex della partita, avendo allenato, con ottimi risultati, prima Montichiari (1992/1993) e poi Lumezzane (2001/2006).

In cabina di regia, nella posizione di playmaker, parte l’americano Issiah Grayson, quarto marcatore della squadra ma primo passatore con 3 assist a incontro. Al suo fianco l’esperto Marco Carra, che con poco più di 9 punti a partita (terzo marcatore) e una costante pericolosità dall’arco dei tre punti contribuisce in maniera importante alla produzione offensiva triestina.

Nel reparto ali spicca il mix di gioventù e atletismo di Stefano Tonut, letteralmente esploso in questo inizio di stagione: 22,2 punti (primo marcatore di squadra) e quasi 5 rimbalzi di media a partita rendono solo parzialmente l’idea dell’importanza di questo giocatore per gli equilibri del quintetto, sia in attacco sia in difesa. Vero e proprio punto di riferimento offensivo, è un giovane di grande talento e dal sicuro avvenire.

Nello spot di ala forte trova posto l’altro americano Murphy Holloway, primo rimbalzista con i suoi 11,7 palloni catturati sotto le plance ogni domenica. Ma anche in attacco il suo contributo non è indifferente, considerati i 17,8 punti a partita.

Chiude lo starting five il centro Francesco Candussi, altro giovane di grandi prospettive e dotato di un fisico importante: è il secondo rimbalzista di squadra (5 a incontro) e il quinto marcatore con i suoi 7.5 punti di media.

Dalla panchina si alza per primo proprio il cambio di Candussi: Leonardo Marini contribuisce con 5.8 punti e 2.2 rimbalzi a partita. Dietro di lui l’ex Venezia, Ozzano e Udine Roberto Prandin: il play-guardia rimane in campo oltre 16 minuti con 5.2 punti a incontro.

Completano le rotazioni le ali Andrea Coronica (2.2 rimbalzi in 13 minuti di media), Daniele Mastrangelo (2.8 punti in oltre 11 minuti di media) e Massimiliano Fossati (1 punto di media in poco meno di 10 minuti a partita).

D.A.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive