Bresciaoggi: “Non potevamo proprio fare di più”

6 novembre 2014

«Di più non potevamo proprio fare» Capitan Federico Loschi è stremato in sala stampa: la sua miglior partita (24 punti 4/6 da 2 3/8 da 3) lo rende ai microfoni decisamente spossato. «E’ stata una bellissima partita, mi sono anche divertito a giocarla. I 24 punti? Preferisco segnarne 2 e vincere». L’onestà è di casa: «Personalmente marcavo uno che domenica ne ha messi assieme 38: partivo mentalmente carico. Ripeto poco importa quanto ho segnato. Abbiamo vinto? No. Tutto passa in secondo piano. Questo è un gioco di squadra, il singolo non può mai bastare. Certo resta l’amaro in bocca di dover dire se Passera e Benevelli non si fossero fatti male…

Abbiamo lottato fino alla quarta sirena. Il resto non conta». Loschi a testa alta come il resto della sua squadra «Conciati come eravamo perdere con 8 punti di scarto contro questa Torino è quasi una vittoria».

E ANDREA DIANA è orgoglioso dei suoi ragazzi: «Non ho nulla da rimproverare ai miei: non ho visto nessuno dare meno del 100%: il piano partita era quello di imporre il nostro ritmo alla partita ed è venuta fuori la partita che volevamo fare. Faccio i miei complimenti a Torino: partita tosta, ricca di canestri di qualità». Certo che Amoroso… «le individualità di Torino sono emerse: Torino ha tanti giocatori che sono dei top player».

Nessun referto medico per Passera e Benevelli, se ne parlerà di nuovo in giornata. «La mia preoccupazione era quella di giocare partite ravvicinate con cali di tensione: gli infortuni sono dovuti anche alla stanchezza accumulata. Valuteremo con lo staff medico l’entità dell’infortunio».

Alberto Banzola

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive