QS – La Centrale va a Torino con la guardia alta

5 novembre 2014

Dopo Casale, la Centrale del latte Brescia fa visita a Torino. La “settimana” piemontese della formazione di coach Andrea Diana si conclude questa sera alle 20.30 con la sfida alla Manital Torino, nel recupero della quarta giornata di campionato. Lo scorso 19 ottobre la gara non venne disputata per un improvviso black-out nell’impianto. Brescia è reduce dall’ottima vittoria contro la Novipiù Casale e un nuovo successo farebbe volare al secondo posto solitario in classifica la formazione del presidente Bragaglio con un’altra gara da recuperare, il 13 novembre in trasferta contro Casalpusterlengo.

«Ci aspetta una gara complicata anche perché Torino arriva da due vittorie consecutive contro Casalpusterlengo e Forlì – riconosce coach Andrea Diana -. Cercheremo di imporre il nostro gioco così come abbiamo fatto dal secondo quarto in poi contro Casale. Obiettivamente recuperare da un impegno gravoso come quello di domenica non è facile». Rispetto alla gara non disputata a metà ottobre, Torino dovrà rinunciare a Stefano Mancinelli operato nei giorni scorsi in artrosco-pia al gomito sinistro per risolvere i problemi di mobilità articolare e che per questo resterà lontano dai campi per un paio di mesi. Un’assenza importante sì, ma i piemontesi sono una delle favorite alla promozione nonostante un avvio a corrente alternata.

«Il roster che hanno allestito è da categoria su- Parola di coach Diana «Sarà una sfida dura Cercheremo di imporre il nostro gioco» periore – sottolinea Mirza Alibegovic, 10 punti eli di valutazione domenica a Casale -. Posso però garantire che questo non ci intimorisce». Recuperare le energie dopo lo sforzo di domenica contro Casale non è stato facile. «Non possiamo però nasconderci dietro questo alibi – osserva l’ala piccola di Diana – del resto anche Torino si trova nella nostra condizione».

Paolo Cittadini

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive