Bresciaoggi – La Centrale che va: “Grande partenza per grandi sogni”

4 novembre 2014

La forza, la voglia e l’energia, tutto racchiuso in un solo giocatore: Mirza Alibegovic. La faccia tosta di chi in questo Brescia sempre vincente – mai successo che Brescia partisse con 4 vittorie in fila in A2 – non ha voglia di perdere, perché da perdere in definitiva alla sua età (22 anni) non c’è proprio nulla. Mirza ha il talento tramandato da papàTeoman, che, statistiche alla mano ieri mattina, al figlio ha detto solo una cosa: «Hai giocato poco, non va bene». In quel poco però papàTeoman, attaccato allo streaming di lega domenica pomeriggio, ha visto netti miglioramenti da parte del suo «bimbo»: in 3 partite aveva segnato 11 punti con 20 minuti di media, a Casale ha avuto lo stesso rendimento in meno tempo. Ora Alibegovic, come tutta la Centrale, sarà chiamato agli straordinari, a partire da domani sera a Torino. «E facciamoli allora! ». La voglia di scherzare non manca ad Alibegovic, che sa farsi an- che serio: «Certo, guardi il ro-ster di Torino e ti rendi conto che si tratta di una squadra che al piano di sopra non sfigurerebbe. Giachetti, Rosselli, Mancinelli (che non ci sarà per infortunio; ndr), Amoroso: non scherziamo dai, ma soprattutto non scherza e non scherzerà Torino».

La cantilena friulana si mescola a quella mezzo emiliano-lombarda di Poggio Rusco, lembo di terra ai confini tra le due regioni, straziata dal terremoto, ma che si è stretta nelle spalle e sta ripartendo: ne esce un suono buffo, accattivante e simpatico, come la prestazione di domenica. 10 punti (2/2 da 2,2/4 da 3) in 15 minuti, high di stagione che a naso parrebbe poter diventare veramente interessante: «Avevo detto che venivo qua per vincere, no? – ricorda Alibegovic -. Spacconate a parte, mi sembra che a livello di squadra abbiamo dato un bel segnale domenica a Casale Monferrato: forse sono troppo modesto, però. Domenica è stata una grande vittoria. Lo dimostra il fatto che non abbiamo mai molla- to, soprattutto nei momenti complicati». Domani sera però (ore 20,30) si gioca con un osso durissimo e…il tabellone si riazzera: «Battaglia. Sarà una battaglia. Ho già parlato del loro roster: di contro c’è che vogliamo e possiamo confrontarci con una squadra così forte». Sperando che Alessandro Cittadini sia arruolabile e utilizzabile : a Casale ha preso una botta alla schiena e ieri (e molto probabilmente sarà così anche oggi) ha saltato l’allenamento: «Per noi Cittadini è fondamentale, anche se siamo una squadra e dobbiamo essere pronti a superare ogni problema. Comunque, ricordatevi che Cittadini è una roccia».

E lo ha dimostrato anche al PalaFerraris, accettando di tornare in campo nei minuti finali seppur non al 100 per cento: «Recuperare le energie spese non sarà facile ma non deve essere una scusante di nessun genere – avverte Alibegovic -. Anche Torino ha giocato domenica». Già, vincendo con Forlì e dimostrando di essere in un buon momento: dopo le prime 2 sconfitte, Torino ha raccolto 2 vittorie e si prepara ad ospitare Brescia per allungare la striscia: «Le medesime motivazioni le abbiamo anche noi, venendo da 4 vittorie consecutive e comunque non abbiamo nulla da perdere: per- tanto diamo il massimo e poi vediamo alla quarta sirena com’è andata». Oggi allenamento pomeridiano al S. Filippo (ore 14) e poi partenza per Torino: appunti e studio degli avversari, domani sera si gioca un big match tra squadre protagoniste fino alla fine. E ci sarà un protagonista pronto a dare tutto per la Leonessa, altrimenti chi lo sente papàTeoman?

Tre trasferte in otto giorni. Dopo il colpaccio di domenica a Casale Monferrato, il primo in trasferta, entra nel vivo il giro del nord Italia della Centrale del latte. Da domani, mercoledì 5, a giovedì 13 novembre altre tre partite per la squadra di Andrea Diana. Si parte da Torino, domani: in caso di vittoria la squadra di Andrea Diana può conquistare il secondo posto in solitudine. Non ci sarà nemmeno tempo di rifiatare perchè da ovest si viaggerà verso est: la Centrale domenica sarà a Trieste. Altri quattro giorni e ci sarà il viaggio più breve ovvero quello verso Codogno per sfidare Casalpusterlengo Il tutto prima del derby contro Verona (mercoledì 19) che al momento è al primo posto a punteggio pieno.

Alberto Banzola

 

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive