Manital Torino – Centrale del Latte Brescia: si torna in campo

3 novembre 2014

Primo turno infrasettimanale di recupero per il Basket Brescia Leonessa, che dopo la straordinaria vittoria di domenica sera sul parquet di Casale Monferrato, torna in Piemonte, questa volta a Torino, per la sfida alla Manital di coach Luca Bechi. Una sfida valida per la quarta giornata di campionato, ma che venne rinviata lo scorso 19 ottobre per i problemi sorti all’impianto di illuminazione del PalaRuffini. La palla a due è in programma mercoledì 5 novembre alle 20.30. Due squadre accomunate dal numero di gare disputate (4), ma non dal numero delle vittorie. La Leonessa, infatti, può vantare un ruolino di marcia ancora immacolato, mentre la Manital ha dovuto fare i conti con un inizio da incubo: due sconfitte (Biella e Trapani) e due rinvii (Napoli alla seconda giornata, Brescia alla quarta) nelle prime quattro giornate, cui hanno fatto seguito le due vittorie consecutive ottenute sul parquet di Casalpusterlengo prima e tra le mura amiche contro Forlì poi. Una squadra accreditata da molti come una delle favorite per la vittoria finale, che però si trova costretta a fare a meno di uno dei suoi uomini di punta, Stefano Mancinelli, out per un paio di mesi per un guaio al gomito. Andiamo a conoscere meglio titolari e riserve della formazione piemontese.

In cabina di regia troviamo uno dei playmaker con più anni di esperienza nella massima serie italiana, Jacopo Giacchetti, che in carriera ha vestito le maglie di Roma, Milano e Venezia e che in questo inizio di stagione sta viaggiando a 6.8 punti e 2 assist di media. Al suo fianco uno dei rookie più interessanti della A2 Gold, Devion Berry, prodotto di Weber State University, che però in queste prime gare disputate sui parquet del Vecchio Continente non sembra ancora aver trovato una buona continuità al tiro. Nel ruolo di ala piccola Ronald Lewis, uno degli uomini più in forma della Manital, che non a caso nell’ultima vittoria contro Forlì è esploso con una prestazione da 38 punti. Le medie a incontro, invece, recitano 27.5 punti e 7 rimbalzi per l’americano che sarà osservato speciale per la difesa biancoazzurra.

Il reparto lunghi è uno dei migliori dell’intero campionato ma, come detto, deve registrare l’assenza dell’ex Nazionale Stefano Mancinelli. Al suo posto è stato promosso in quintetto nello spot di “4” Guido Rosselli, proveniente dalla Reyer Venezia in Serie A, che contribuisce alla causa piemontese con 6 punti e 3.3 rimbalzi a incontro (senza dimenticare i 2.8 assist, che ne fanno il miglior passatore). Al suo fianco un altro lungo italiano di altissimo livello come Valerio Amoroso, che con i suoi 7.3 punti di media è il quinto marcatore della squadra. Contributi forse non in linea con le aspettative di inizio stagione, ma è chiaro che con l’infortunio di Mancinelli i due lunghi saranno chiamati a incrementare la loro produzione offensiva.

In panchina trovano posto il grande ex della partita Lorenzo Gergati, autore di un brillante avvio di stagione (8.5 punti a partita, terzo marcatore), Tommaso Fantoni (proveniente da Barcellona e protagonista di 7.8 punti e 3.3 rimbalzi a incontro). Chiude le rotazioni il giovane Kenneth Viglianisi, che in poco più di 7 minuti va a referto con 2.5 punti a partita.

D.A.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive