Diana è entusiasta: «Partita di altissimo livello, grande vittoria»

3 novembre 2014

Schermata 2014-11-03 alle 03.18.16 PM
Primo impegno lontano dal parquet del San Filippo e quarto successo su quattro per la Leonessa di coach Diana, che disputa una prova di altissimo livello sul parquet di Casale Monferrato.

«E’ difficile nascondere la grande soddisfazione che può regalare una vittoria ottenuta su un campo difficile come il PalaFerraris, contro una squadra ben allenata da un ottimo coach come Marco Ramondino -esordisce coach Diana-. C’era un po’ di tensione prima della palla a due, visto che di fatto si trattava della prima trasferta giocata, oltre al fatto che per i nostri americani si profilava una situazione nuova, contro una difesa molto organizzata come quella casalese: durante il match ho cercato di gestirli, sostituendoli spesso e spiegandogli le varie situazioni di gioco. In settimana la preoccupazione principale era che la partita si fosse a punteggio basso, facendo di fatto il gioco di Casale e abbassando l’entusiasmo che ci può derivare dal trovare il canestro; dal secondo quarto in avanti però i ragazzi hanno alzato il ritmo e siamo riusciti a rimanere in partita, aiutati anche da un ottimo 43% da tre punti».

Continua Andrea Diana: «Devo ringraziare lo staff medico che questa settimana ha aiutato molto la mia squadra, a partire da Cittadini che aveva un problema alla schiena, Brownlee dolorante a un ginocchio e Fernandez, che da come ha giocato si può dedurre sia stato rimesso in sesto alla grande. Adesso andiamo a Torino con alle spalle una grande prestazione ma con la consapevolezza di aver speso tante energie a livello fisico e mentale».

Juan Fernandez è felice per la grande vittoria, ma già concentrato su Torino: «Abbiamo giocato un’ottima partita, soprattutto per quanto riguarda gli ultimi due periodi. Sono contento di aver trascinato la squadra alla vittoria, forse ancor più importante di quella ottenuta con Biella: c’è ancora qualcosa da sistemare, abbiamo commesso dei piccoli errori, ma siamo sulla buona strada per essere alla sesta giornata. A Torino ci aspetta una partita difficile, sarà fondamentale recuperare le energie in questi due giorni che ci dividono dal match del PalaRuffini».

E’ poi il momento di coach Marco Ramondino, allenatore di Casale Monferrato: «Devo fare i complimenti a Brescia per la gara che ha giocato e ai miei ragazzi, che hanno giocato un’ottima gara difensiva. Purtroppo le grandi qualità individuali di Brescia nella metà campo offensiva, con Fernandez e Benevelli su tutti, hanno fatto la differenza».

«Il nostro punto di forza è la difesa e subire certi canestri ha fatto male al nostro morale – commenta Niccolò Martinoni, capitano della Junior -: abbiamo cercato di tenere un ritmo basso, sfruttando in attacco il mismatch dal post basso con Brownlee e caricando di falli Brescia, ma i canestri di Benevelli e Fernandez, oltre ad Alibegovic, ci hanno tagliato le gambe».

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive