Casale Monferrato – Brescia, l’angolo tecnico di Matteo Cotelli

2 novembre 2014

Cotelli
Quali sono i punti forti e i punti deboli di Casale Monferrato?

Casale è una squadra molto solida, è il team che vanta la miglior difesa del campionato e sono al primo posto in numerose voci statistiche, come i rimbalzi totali, i rimbalzi offensivi e le palle recuperate. Questo significa che ci troveremo di fronte una squadra quadrata e aggressiva, che cercherà di lottare su ogni singolo pallone. L’esperienza di Blizzard e Martinoni, la vivacità di Marshall, Tomassini e Butkevicius fanno di Casale Monferrato una delle compagini più temibili della lega. A livello offensivo potrebbero trovare qualche difficoltà nell’arco dei quaranta minuti, intervallando momenti di grande lucidità ad altri di appannaggio.

Quale potrà essere il giocatore chiave per Casale Monferrato?
Penso che il giocatore che potrebbe fare la differenza sia Brett Blizzard. E’ il giocatore con più esperienza e con più talento tra quelli a disposizione di coach Ramondino. Sarà importante fare grande attenzione a non concedergli tiri facili piedi a terra. Si tratta di un giocatore molto intelligente, in grado di trascinare i compagni. Se riusciremo a limitarlo, come abbiamo fatto con Voskuil la scorsa domenica, potremo creare molte difficoltà al gioco di Casale.

Su cosa si basa il gioco di Casale Monferrato? Cosa bisogna fare per “bloccare” i loro meccanismi offensivi e difensivi?
Gran parte del gioco di Casale è nelle mani di due ottimi terminali offensivi come Blizzard e Marshall, a cui dovremo concedere meno spazio possibile, soprattuto al fine di evitare facili tiri da tre punti. Spesso cercano di trovare Martinoni vicino a canestro, dovremo essere bravi a limitare le sue iniziative. Attenzione all’energia di Butkevicius, sarà fondamentale contenere la sua aggressività a rimbalzo offensivo.

La chiave del match?
Senza dubbio chi metterà più energia in campo, soprattuto a rimbalzo, avrà notevole vantaggio anche in attacco. Sopratutto sarà fondamentale conceder il minor numero possibile di rimbalzi offensivi.

Sicuramente Brescia avrà un ulteriore ostacolo: giocare per la prima volta lontano dal calore dei propri tifosi.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive