Brescia – Biella, l’angolo tecnico di Max Giannoni

25 ottobre 2014

© Pierpaolo_Romano_2014

Quali sono i punti forti e i punti deboli di Biella?
Sicuramente uno dei punti forti di Biella è il fatto di aver confermato dalla scorsa stagione un nucleo di giocatori importanti, mantenendo intatta la struttura della squadra. Sono un team giovane e atletico e questo può rivelarsi un vantaggio, ma sull’altra faccia della medaglia l’inesperienza può comportare degli alti e bassi durante la partita, soprattutto in trasferta.

Giocatore chiave di Biella? 
Sicuramente sia Voskuil sia Raymond sono i terminali offensivi della squadra, però sicuramente l’impatto dei giocatori come Laquintana, Lombardi e Chillo può rivelarsi fondamentale nell’economia della partita.

Su cosa si basa il gioco di Biella? Cosa bisogna fare per bloccare i loro meccanismi offensivi e difensivi?
Affrontiamo una squadra che ha un grande potenziale offensivo, come testimoniano gli altri 90 punti segnati di media in queste prime 4 giornate. La loro miglior qualità è la capacità di giocare sui 28 metri del campo sia in attacco che in difesa, a volte prendendo tiri senza guardare il cronometro dei 24. Sarà fondamentale riuscire a avere attacchi bilanciati, limitando le palle perse e riuscendo ad accoppiarsi velocemente nelle situazioni di transizione difensiva.

La chiave del match? 
Sarà sicuramente riuscire a mettere in campo quanto di buono in termini di entusiasmo ed energia abbiamo dimostrato di avere in questo periodo sia nelle gare interne che durante gli allenamenti, oltre alla voglia di tornare a giocare una partita vera dopo 10 giorni di pausa forzata.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive