Bresciaoggi – La Centrale fissa il bersaglio alla «Freccia»

28 settembre 2014

Una maglia revival (trasposizione moderna di quella della mitica Cidneo 1981/2) e una promessa da parte del patron Matteo Bonetti: «Quello che stiamo facendo e per non accontentarci della 4 stelle della nostra maglia che equivalgono alle 4 stagioni in A2 giocate: noi vogliamo andare oltre». Brescia riparte dalla leggenda nella stagione che dovrà rilanciarne le ambizioni dopo una annata storta che da un lato va dimenticata e dall’altro ha avuto moltissimo da insegnare.

Sì è conclusa così “#unsabatodaleoni” la giornata all´insegna del basket e del divertimento organizzata in città dal Basket Brescia Leonessa: il centro commerciale Freccia Rossa ha vissuto un inedito happening di musica, sport e spettacoloa cui hanno preso parte oltre agli appassionati della palla a spicchi, gli avventori del centro commerciale. Un pomeriggio di gioco (2 i campi da basket montati dal Basket Brescia Leonessa fuori dal Freccia Rossa), musica e divertimento con esibizioni di ballo da parte della scuola di danza Des Art, dell’esibizione di Piergiorgio Cinelli, cantore del basket prima dell’happening serale, con il sottofondo di dj Caramel ed il vocalist Brio: la presentazione della prima squadra e della nuova maglia da gioco della Leonessa, sorpresa serale. Tanti gli interventi da parte delle autorità e dei dirigenti del basket Brescia, partendo dall´assessore alla pubblica istruzione Roberta Morelli, che ha rappresentato il comune ed il sindaco. Normale per i presentatori chiedere numi sulla situazione dell´Eib: «Stiamo procedendo, abbiate fiducia» la risposta della Morelli, davanti a un pubblico che rumoreggiava.
Tutte le giovanili ad esclusione dell´under 17 (in campo ieri pomeriggio) si sono alternate assieme agli allenatori (Gianpaolo Alberti, Michele Ciavarella, Gianni Antonelli, Roberto Ferrini, Matteo Cotelli, Nicola Ferrini, Fabrizio D´Azzeo, Paolo Ferrari, Roberto Ferrandi e Paolo Cantarelli): dopo il saluto del padrone di casa Stefano Pessina, direttore del centro commerciale, è stata la volta di quello del presidente della Fip bresciana Folco Donati. Il focus si è poi spostato sulla prima squadra ed il suo staff dirigenziale del basket Brescia con in testa la presidente del Basket Brescia Leonessa Graziella Bragaglio, entusiasta per la stagione alle porte: «Abbiamo allestito una squadra che possa farci dimenticare quanto successo la scorsa stagione. Abbiamo lanciato un messaggio importante». Ferencz Bartocci ha sottolineato il percorso iniziato a luglio e che con entusiasmo sta portando nuovi riscontri, al pari di quanto fatto dall´associazione «Un canestro per Brescia» come ha sottolineato il suo presidente Michele Pelizzari «Nonostante lo scenario economico non favorevole abbiamo allargato la nostra pianta, a dimostrazione della sensibilità del nostro territorio per questo sport». L’ovazione maggiore è stata per la squadra e per alcuni dei neopaladini della squadra: Juan Fernandez e Federico Loschi i più acclamati prima del siparietto tra Justin Brownlee ed il supertifoso Enzo che ha divertito tutti i presenti: sul palco prima squadra e minibasket, con tanto di intruso, il piccolo Tommaso, figlio dell´istruttrice Camilla Lanzi.
Molto gradita la presentazione di coach Andrea Diana che si è dimostrato un autentico showman, calamitando su di se l´attenzione dei presenti. Il momento topico della serata si è avuto però quando sul palco il patron Matteo Bonetti ed il mitico Mario Ruggeri, proprietario della Cidneo, hanno presentato la nuova maglia, che ha emozionato i supporters più esperti.
Foto di rito con tutti i tifosi che adesso attendono l’esordio di domenica prossima (ore 18 con Jesi, Pala san Filippo) e di una maglia che si spera possa portare nella leggenda anche questa squadra.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive