Bresciaoggi – E anche al San Filippo sono applausi

28 settembre 2014

Qualche forzatura di troppo e necessità di comprendersi meglio in campo: la Centrale del Latte chiude la serie di amichevoli estive con una vittoria sofferta e un po’ tirata ma che serve a livello di morale per una squadra che al completo (escludendo l’assenza di Alibegovic che si sta allenando a parte per essere agli ordini di Andrea Diana il prima possibile) gioca assieme da meno di 2 settimane. Buone notizie dalla panchina, reattiva e sempre pronta ad aiutare: il grosso interrogativo resta la difesa, su cui il coach della Leonessa dovrà insistere. Alla contesa ci va il quintetto formato da Fer-nandez, Nelson, Loschi, Brownlee e Cittadini. Alla prima uscita al San Filippo Brownlee si presenta battendo l’uomo sulla linea di fondo con un avvitamento che lascia sul posto l’avversario e poi recuperando un fallo a favore in attacco e segnando una tripla: il tutto nei primi 180″ (11-9) di una partita dalle percentuali realizzative altissime (almeno inizialmente). Il primo cambio è per Nelson, applaudito dal pubblico bresciano, ed autore di un paio di assist e rimbalzi offensivi d’autore. In campo Brescia si ritrova ad inseguire (13-17) ed alla prima sirena è Omegna avanti di 2 lunghezze (19-21). Mischia le carte Andrea Diana: dopo il mini intervallo in campo ci sono gli americani assieme a Passera, Benevelli e Giammò: l’impatto è positivo (23-23) e la partita rimane equilibrata con lo strappo ospite (26-32) dopo 4′: la presenza del doppio play rinvigorisce la manovra offensiva bresciana e a 413″ dalla seconda sirena arriva il primo sussulto del San Filippo una schiacciata bimane di Brownlee (34-35) servito da Passera. Brescia sorpassa dall’arco con Nelson e Loschi (44-43) prima del fallo tecnico per proteste chiamato ad Andrea Diana, che ieri aveva un tifoso speciale in via Bazoli, il figlio Federico, nato in agosto. Chiusura ancora pro Brescia che alla sirena è a +2 (47-45): l’apertura del terzo quarto è ancora appannaggio dei padroni di casa (55-50) mentre la partita si fa più intensa; Omegna cresce, Brescia viene risucchiata: al 30′ è -4 (65-69) con Brescia in difficoltà Passera si trascina la squadra sulle spalle (74-72 con 5 punti in fila del varesino): trovato l’abbrivio la Leonessa accelera (82-77). Il finale vede Omegna risalire a-3 (dopo essere scivolata a -7) a 46″ dalla fine (91-88): 2 liberi di Fernandez impacchettano la pratica.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive