Giornale di Brescia – La Centrale scopre Brownlee

17 settembre 2014

Buongiorno, signor Justin Brownlee. La stavamo aspettando. Stasera verremo a Piacenza proprio per darle un’occhiata, per capire dal vivo se quello che dicono su di lei corrisponde al vero, per constatare se il suo feeling con i compagni è già buono così come c’è sembrato ieri quando l’abbiamo vista fuori dal San Filippo dopo l’allenamento. Nel return match amichevole con gli emiliani (martedì della scorsa settimana la Centrale s’impose 93-88 nel giorno del debutto di Roberto Nelson), con palla a due alle 18.30, (PalaBakery, largo Anguis-sola) gli occhi bresciani di dirigenti, tecnici, giornalisti e magari anche qualche tifoso saranno proiettati sull’ala-pivot che la Centrale del latte ha pescato dalla D-League, la lega di riserva dell’Nba. Brownlee si presenterà in campo con carichi di lavoro diversi dai suoi compagni, dato che ha iniziato in ritardo la preparazione. Nelle prime sedute di allenamento è piaciuta allo staff la sua partecipazione con il gruppo e la capacità, innata, di coinvolgere e incoraggiare i compagni. Sia Nelson che Brownlee si stanno presentando quindi come due americani che vivono la squadra e per ora pensano poco all’interesse personale. Avanti così. Per Brescia oggi si prospetta un test interessante con una squadra di A2 Silver; in attesa di affrontare sabato (ore 19) a Manerbio i pari categoria di Ferentino nell’ambito della ventiduesima edizione del trofeo Città di Manerbio che vedrà, nella giornata di domenica, i ciociari sfidare Torino oltre alla presentazione ufficiale della Goodbook che partecipa al campionato di serie C. Oggi a Piacenzapotrebbe tornare in campo anche Giammò, infortunatosi alla schiena nel Memorial Mingotti ad Iseo. Per un attimo si era temuto il peggio con il rischio che avesse subito lo stesso intervento di Neymar ai Mondiali, ma per fortuna così non è. Intanto nel campionato di A2 Gold si è scatenata la bufera per la posizione della Fulgor Libertas Forlì. Numerosi club hanno scritto una lettera in Lega dove chiedono che l’iscrizione dei romagnoli non venga accettata per irregolarità amministrative. Il Consiglio Federale formalizzerà le partecipanti al prossimo campionato solo venerdì 26 settembre, intanto i romagnoli tremano. Rischiano l’esclusione. La presidente della Lnp, la bresciana Graziella Bragaglio presidente anche della Leonessa, spiega: «I termini per presentare le fideiussioni erano il 5 settembre, quel giorno ci si è accorti che Forlì e altre due società non erano in regola. A questo punto è stato dato tempo fino all’ 11 per mettersi in regola. A termini di regolamento, prima di verificare l’assegno, dovevano passare due giorni festivi e tre lavorativi. Oggi verranno fatte le verifiche del caso (si tratta di una fideiussione di 30.000 euro per coprire eventuali lodi in caso di mancati pagamenti dei tesserati, ndr). Abbiamo voluto tutelare Forlì anche perchè è stata la Federazione a volerla ripescare». Oggi sapremo se il campionato di A2 Gold sarà a 16 o 15 squadre.

Cristiano Tognoli

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive