Bresciaoggi – La Centrale vuole crescere ancora

12 settembre 2014

Vecchi fantasmi, ma nessuna rivincita: a meno di un mese dall’esordio casalingo in campionato (5 ottobre con Jesi) la Centrale del Latte si appresta a disputare al PalaCarrara di Pistoia la sua quarta amichevole stagionale contro i padroni di casa (ore 18.30) che in finale promozione due stagioni conquistarono la serie A a discapito dei biancazzurri. Tanta acqua è passata da allora: così quella odierna non può che essere una partita destinata a verificare lo stato dell’ arte dei biancoazzurri e nulla più, all’interno di un quadrangolare a cui prendono parte anche le pari livello della Leonessa Jesi (dell’ex Alessandro Procacci) e Torino (dell’ex Lorenzo Gergati, con Valerio Amoroso fermo ai box) che si sfideranno oggi nella seconda partita del torneo toscano (20,45); le perdenti si affronteranno domani alle 17,45 mentre le vincenti giocheranno la finale alle 20.30. Brescia arriva al match con la formazione di serie A dopo un miniritiro a Montecatini Terme che terminerà domani: in Valdinievole l’obiettivo principale era quello di inserire al meglio e nel minor tempo possibile i due americani. Purtroppo però Justin Brownlee atterrerà solo nella mattinata a Malpensa (ore 8.00) ed inizierà le sedute di allenamento in solitaria, in attesa di unirsi al gruppo lunedì. Discorso invece validissimo per Roberto Nelson, che sta diventando una specie di mascotte del gruppo: alla prima esperienza Oltreoceano sta scoprendo un mondo completamente nuovo, riscuotendo le simpatie di tutto il gruppo che continua a lavorare in maniera compatta. «I ragazzi stanno lavorando molto e con profitto – dice il tecnico Andrea Diana – e oggi per noi è una piccola prova del 9: giochiamo contro una squadra di categoria superiore e sarà una partita difficile. Mi aspetto la medesima disponibilità da parte di tutti soprattutto nel giocare da squadra». Ma al di là della retorica, la forza di questa squadra sembra essere proprio il gruppo, quello che a Brescia la scorsa stagione era mancato fin dai primi giorni. E che invece sembra si stia costruendo attorno alla nuova Leonessa. Ora però bisogna cominciare a lavorare sui dettagli, potenziando la difesa che con Piacenza ballato un po’ troppo: «Stiamo iniziando adesso a lavorarci: ci vorrà un pelo di tempo e pazienza». Intanto questo pomeriggio sarà una gara di gala con una cornice importante: contro Veroli (85-68) i biancorossi avevano avuto oltre 1500 spettatori (alle 18,30); lecito attendersi qualcosa di più, considerando anche gli innesti di gente come i nazionali Andrea Cinciarini, Daniele Magro e la curiosità nel vedere all’opera tutti i nuovi americani. E tante motivazioni anche per 3 giocatori della Centrale: Mirza Alibegovic, ex di turno, e soprattutto Juan Fernandez e capitan Federico Loschi, in campo per la finale promozione: e da Pistoia, magari, si potrebbe ricominciare a sognare.

Alberto Banzola

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive