A Verona per un derby decisivo

6 aprile 2014

Roma_37

Fondamentale quanto affascinante impegno per la Leonessa, che questa sera alle 18.00 sarà impegnata sul parquet del PalaOlimpia con la Scaligera Verona, in un derby del Garda che si promette spettacolare e altresì decisivo per le sorti di Brescia in questa stagione. Un match complicato da interpretare e che vedrà un grande afflusso di tifosi bresciani per sostenere la squadra, che per sopravanzare la Tezenis avrà bisogno di una grande prova di squadra.

Un roster, quello assemblato dagli scaligeri, sicuramente di alto livello e con obiettivi ambiziosi che rispondono al nome di promozione: in cabina di regia un nome di grande impatto, perché troviamo l’ex playmaker della Pallacanestro Cantù, Jerry Smith. Il nativo del Wisconsin, dopo una stagione non esaltante in terra brianzola, sembra aver trovato grande continuità e concretezza in questo campionato, come dimostrano in modo efficace le sue medie: 15 punti (con quasi il 60% da due punti), oltre a più di 4 rimbalzi e quasi 4 assist a partita. Al suo fianco Ronell Taylor, gemello del Donell Taylor in forza a Venezia in Serie A: una guardia dotata di grande atletismo e forza fisica, capace di tenere medie di 14 punti e 6 rimbalzi a partita tirando con un ottimo 53% dal campo. Chiude il reparto esterni del quintetto titolare il capitano della formazione gialloblù, Giorgio Boscagin: un tiratore mortifero da oltre l’arco dei tre punti (in stagione 40%) oltre che discreto difensore. Sotto le plance troviamo l’ex Barcellona Craig Callahan che viaggia a 13 punti e 7 rimbalzi, con un ottimo 42% dai 6.75, insieme all’ex Lumezzane Luca Gandini (5 punti e 5 rimbalzi). Dalla panchina c’è il promettente Alessandro Grande che garantisce grande qualità e sostanza insieme a un altro grande tiratore dall’arco, Davide Reati (45% da tre), l’anno scorso uno dei migliori in DNA con la maglia di Treviglio. Fondamentale anche l’apporto del veterano Marco Carraretto (5 punti di media con il 43% da tre) che dopo una carriera di trofei e vittorie con la Montepaschi Siena, si è accasato a Verona per cercare il salto in A. Il cambio dei lunghi è Matteo Da Ros, che in 24 minuti di media garantisce 7 punti e 5 rimbalzi a partita. Chiude le rotazioni il giovane classe ’94 Lucio Salafia.

 

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive